Ritirato farmaco per dimagrire

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:38

E’ di ieri la notizia che l’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) ha disposto con decorrenza immediata il ritiro dei farmaci dimagranti a base di sibutramina. E’ stata la stessa agenzia a darne comunicazione con una nota stampa che recita: “Il provvedimento si è reso necessario a seguito della valutazione del Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP), afferente all’Autorità europea dei farmaci EMA, che ha riscontato un rapporto rischio-beneficio sfavorevole per tali farmaci”. I pazienti sotto terapia con tali farmaci sono stati invitati dall’AIFA a rivolgersi al proprio medico curante per farsi indicare una terapia alternativa. Tale categoria di farmacologica viene utilizzata, secondo quanto asserisce l’AIFA, per: “favorire la perdita di peso nei pazienti obesi e in quelli sovrappeso con altri fattori di rischio concomitanti come diabete di tipo II o dislipidemia”. Le medicine a rischio e dunque soggette alla decisione dell’AIFA, commercializzate in Italia, sono Ectiva e Reductil.

Una delle case produttrici di tali medicine, la Abbott, ha annunciato che sospenderà in Europa la vendita dei propri farmaci che contengono sibutramina. La decisione è frutto delle indicazioni dell’Agenzia Europea per i Medicinali (EMEA) che aveva ravvisato rischi cardiaci derivanti dall’utilizzo di farmaci basati sulla sibutramina. Secondo quanto riporta Reuters Italia la Abbott si è allineata alla posizione dell’EMEA pur mostrando un moderato disaccordo. Il portavoce dell’azienda avrebbe, infatti, dichiarato: “siamo rispettosamente in disaccordo … crediamo che ci siano molti pazienti che traggono dei benefici da questo farmaco”.

Anche negli Stati Uniti, comunque, i farmaci a base di sibutramina sono tenuti sotto osservazione a causa, secondo quanto reso noto dalla Food and Drug Administration, di un innalzamento delle possibilità di subire ictus o attacchi cardiaci per persone già affette da patologie cardiovascolari.

Per chi fosse interessato, il comunicato dell’AIFA è consultabile sulla pagina web dell’agenzia http://www.agenziafarmaco.it

Valeria Panzeri