Tennis, Australian Open: la Schiavone vince e vola agli ottavi

Francesca Schiavone, 29 anni

Strepitosa impresa di Francesca Schiavone nel terzo turno degli Australian Open. L’azzurra, nella notte italiana, ha infatti sconfitto la numero 10 del mondo Agnieszka Radwanska con il risultato di 6-2, 6-2. Partita senza storia, con la tennista milanese che ha concesso una sola palla break alla polacca in tutto l’incontro, soffiandole due volte il servizio sia nel primo che nel secondo set.

Negli ottavi di finale Francesca si troverà di fronte uno scoglio durissimo, quella Venus Williams contro cui ha sempre perso nei cinque precedenti finora disputati fino ad oggi.

Non sono andate altrettanto bene le cose per le altre due azzurre impegnate a Melbourne. Sono infatti uscite di scena sia la Garbin che la Brianti. La Schiavone rimane dunque l’unica tennista azzurra ancora in corsa, considerando che anche gli uomini sono già stati eliminati nei turni precedenti.

Tathiana Garbin è stata travolta da Victoria Azarenka, numero 7 del seeding. La giovane bielorussa non ha dato scampo alla tennista veneta: 6-0, 6-2 il risultato finale, con l’azzurra che è riuscita a vincere due games solo nel finale di gare, quando l’avversaria aveva già comodamente in mano l’incontro.

Più combattuto, invece, l’incontro di Alberta Brianti, almeno nel primo set. Contro l’australiana Samantha Stosur, numero 13 del torneo, l’azzurra si è trovata a condurre il primo set 3-2 e servizio, prima di essere raggiunta e superata nel primo parziale. Il secondo è stato di pura accademia per la tennista di casa, che grazie al suo ottimo servizio ha messo alle corde la Brianti fino a concludere il match col punteggio di 6-4,6-1.

Negli altri incontri, approdano agli ottavi sia Serena che Venus Williams (quest’ultima, come detto, affronterà la Schiavone), oltre alla Zvonareva e alla cinese Na Li. Tra gli uomini, passano il turno il numero uno del mondo, Roger Federer, Novak Djokovic e un ottimo Nikolay Davydenko, che si dimostra ancora una volta il tennista più in forma del momento.

Pier Francesco Caracciolo