Veline-candidate: quando la bellezza diventa un fatto politico

Le prossime elezioni regionali stanno creando non pochi grattacapi al presidente del Consiglio, stretto tra decisioni urticanti come quella di siglare alleanze di convenienza con l’Udc di Casini. Per alleggerire un pò il clima e per rendere più gradevole le prossime manovre politiche pare che il premier abbia in mente un piano tutto suo: “ingentilire” la lista dei candidati regionali con belle presenze. Ovviamente tutte al femminile.

Secondo le ultime indiscrezioni riportate da La Repubblica, infatti, Silvio Berlusconi non avrebbe fatto tesoro della famosa lettera che, alla viglia delle Europee, Veronica Lario, indirizzò al marito (e al Paese tutto) per anticipare la sua intenzione di allontanarsi da lui. Quel “ciarpame senza pudore” levato con forza dall’ormai ex consorte, per denunciare un sistema viziato in cui la politica andava a braccetto con l’avvenenza fisica, non sembra insomma appartenere al passato. Anzi. C’è chi sostiene che il premier abbia dato precise indicazioni ai coordinatori di partito di mantenere due caselle vuote in ogni lista regionale da riempire all’occorrenza, secondo le sue istruzioni. E i detrattori del presidente sono pronti a scommettere che quelle caselle ospiteranno signore e signorine di italica bellezza.

Ma chi sarebbero le prossime “favorite” del premier che potrebbero far capolino sulla scena politica territoriale? Tra i nomi più chiacchierati c’è quello di Francesca Pascale, attrice comica a “Telecafone”, che potrebbe trovare accoglienza nella lista laziale della Polverini. Direttamente dal Grande Fratello 9 sarebbe poi in arrivo l’ex hostess Alitalia, Daniela Martani, mentre Chiara Sgarbossa, ex Miss Veneto e meteorina del Tg4, potrebbe essere “gradita ospite” della lista guidata dal ministro Zaia.

In Puglia, invece, tra le ipotesi più accreditate c’è quella che conduce a Graziana Capone, meglio conosciuta come “Angelina Jolie delle Puglie”: una somiglianza che potrebbe procurarle qualche riconoscimento anche sul piano politico. E in Lombradia, potrebbe toccare a Silvia Trevaini, ex finalista di Miss Muretto e telegiornalista di Studio Aperto, inaugurare la sua carriera politica in occasione delle prossime Regionali.

In attesa di comprendere se i rumors dell’ultima ora abbiano un effettivo fondamento o siano stati partoriti da un clima ormai irrimediabilmnete avvellenato, Sofia Ventura, analista politica di “Farefuturo” (tra le prime a denunciare l’anomalia delle candidate-Veline) ha detto: “Mi auguro che non sia vero. Dopo tutto quello che è successo – ha precisato – mi sembrerebbe davvero strano che Berlusconi facesse una scelta di questo genere. Ma forse sono solo un’ingenua”. 

Maria Saporito