Dall’Università di Sidney: perchè il sole può salvare gli anziani

Da un recente studio condotto da un team di ricercatori dell’Università di Sidney e pubblicato su Cochrane Library, dare ai pazienti anziani supplementi di vitamina D li aiuterebbe a ridurre di un quarto la possibilità di una caduta pericolosa.
La vitamina D, regola il bilancio di calcio dell’organismo aumentando il livello ematico, è presente in alcuni cibi ma viene assunta soprattutto per mezzo dell’esposizione alla luce del sole per cui si trova in quantità insufficienti in quei soggetti che trascorrono la maggior parte del tempo entro le mura domestiche.

Questa vitamina sarebbe in grado di aiutare le persone di età avanzata a mantenere una buona massa muscolare e li aiuterebbe a mantenere l’equilibrio: cinque studi esaminati, in cui i ricercatori hanno fatto assumere a 5.095 anziani supplementi di vitamina D, hanno avuto ottimi risultati. In quattro studi infatti i rischi di caduta si sono ridotti del 28%: “Il risultato positivo della riduzione del tasso di cadute – hanno dichiarato i ricercatori – suggerisce che i supplementi di vitamina D nelle persone che vivono in case di cura sono efficaci”.

Uno studio precedente aveva già dimostrato come la metà delle donne anziane che contraggono una frattura a causa di una caduta soffrano di osteoporosi.

Martina Guastella