Fondi: venticinquenne rapita e violentata dal “branco”

Succede, purtroppo, con una regolarità impressionante: tante, tantissime donne sono spesso vittima di un “branco” di balordi che, in poche ore, rovina per sempre la loro esistenza.
Ecco la drammatica esperienza toccata ad una giovane donna italiana di 25 anni : e’ stata sequestrata per strada a Fondi, cittadina in provincia di Latina, da quattro extracomunitari indiani, portata a forza in un casolare distante pochi chilometri, sulla provinciale per Lenola, e lì violentata a turno per ore dai quattro. Purtroppo, in quelle condizioni di totale isolamento, nessuno ha potuto udire le grida disperate della giovane.
La donna, dopo lo stupro, e’ stata scaricata a Fondi in piazzale delle Regioni, è stata lei stessa a chiedere aiuto immediatamente chiamando il 113.
Una volante e’ arrivata in corsa e gli agenti hanno trovato la ragazza in lacrime e ancora sotto shock. Tuttavia la vittima, che vive a Fondi in condizioni disagiate in un quartiere popolare, ha fornito precise indicazioni che hanno permesso agli investigatori di rintracciare il casolare ubicato appena fuori città. Tornata nel sito incriminato  la Polizia scientifica ha scoperto e repertato tracce della avvenuta violenza. Frattanto la giovane e’ stata accompagnata in ospedale in autombulanza per essere sottoposta a visita medica dove i sanitari hanno stilato un referto che confermerebbe l’avvenuta violenza.
Grazie ai precisi riscontri forniti dalla ragazza, incredibilmente lucida nonostante l’incubo vissuto,  sono stati rintracciati i quattro immigrati: due di loro vivono nella stessa località della vittima e lavorano come braccianti agricoli, altri due sono invece domiciliati a Roma e a Catania. I quattro indiani, che hanno tra i 25 e 29 anni, sono stati portati nel carcere di Latina, per evitare tentavi di fuga, ed anche perche’ due dei quattro uomini fermati sono privi di documenti e dei permessi di soggiorno.
Dovranno ora rispondere delle pesantissime accuse che pendono sul loro capo.
Valeria Panzeri