La Corea del Nord risponde con rabbia al piano di attacco sudcoreano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:22

La Corea del Nord ha reagito con astio al progetto della Corea del Sud di un eventuale attacco preventivo contro gli impianti nucleari di Pyongyang.

Il Ministro della Difesa sudcoreano ha confermato che questo potrebbe accadere se ci fossero indizi di un imminente attacco nordcoreano.
Le agenzie stampa nordcoreane dicono che ogni tentativo di fare ciò sarebbe considerato come una dichiarazione di guerra.

La tensione tra le due nazioni è salita dopo che Pyongyang si è tirata fuori dai colloqui a 6 sul suo programma nucleare, lo scorso aprile, in seguito alla condanna internazionale per il lancio di un missile a lungo raggio.
La pressione internazionale era cresciuta in seguito a un test nucleare in maggio – il che aveva portato all’imposizione delle sanzioni dell’ONU e a successivi test missilistici.

I colloqui a 6, che coinvolgono le due Coree, con l’aggiunta di Stati Uniti, Cina, Giappone e Russia, sono iniziati nel 2003.
Lo scopo di essi è convincere Pyongyang ad abbandonare il suo programma nucleare in cambio di aiuto e garanzie di sicurezza. 

Alla fine dello scorso anno, la Corea del Nord aveva espresso la volontà di riprendere le trattative.
Ma all’inizio di questo mese Pyongyang ha dettato le condizioni, dicendo che non parteciperà ai colloqui finchè non saranno tolte le sanzioni internazionali.

Ivan Rocchi

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!