Sclerosi multipla, curarla con una pillola

E’ arrivato il momento di sostituire le flebo e le continue punture per curare la sclerosi multipla; da ora vi sarà una pillola, il cui principio agisce bloccando le cellule difensive che innescano l’infiammazione e danneggiano il sistema nervoso centrale. Con tale pillola viene quindi bloccata la malattia, impedendo quindi di ricadervi (diminuisce la possibilità del 50%).
L’unico effetto collaterale di questa pillola, in sperimentazione da 6 anni su pazienti in cura, è un incremento di infezioni polmonari.

Purtroppo la sclerosi multipla è una malattia insidiosa che colpisce le persone tra i 20 e i 40 anni, è una malattia del sistema nervoso centrale; colpisce con diverse ricadute che poi portano ad un accumularsi dei disturbi in modo progressivo, fino ad arrivare allo stadio finale, ovvero la paralisi.
Al momento il farmaco/pillola non è una cura definitiva, ma permette comunque di regalare tempo ai malati di sclerosi multipla, in attesa di un rimedio migliore.

Alessandra Battistini