Amici 9: i bianchi avanzano

Una puntata senza troppi colpi di scena la seconda della nona edizione del programma condotto da Maria De Filippi. Alessandra Celentano ed il maestro Villanova, con le loro liti, sono soltanto un soffio di vento rispetto alle tempeste che si venivano a creare gli anni passati tra artisti ed insegnanti. La tensione tra i due è decisamente reale, ed il cerchio del male pare coinvolgere anche le due ballerine Borana, sostenuta dalla stessa Celentano, e Grazia, la protetta di Villanova. La coreografia della “Bella addormentata” nella quale si sono misurate le due artiste non ha dato particolari segnali di miglioramento. Anche la cantante Loredana non è riuscita ad emozionare molto, e la sua timbrica spesso incisiva ieri sera era piuttosto spenta e poco vibrante. Il tenore Matteo ha fornito la solita impeccabile performance raccogliendo anche i complimenti di Luca Jurman – che ieri sera ha avuto da ridire sulle presunte conoscenze musicali di Rudy Zerbi, il direttore generale di SonyMusic -.

Enrico ha cantato “Oggi Sono Io” di Alex Britti, un brano adatto alle sue corde ma che invece ha sortito un mediocre effetto deludendo un pò tutti. Pierdavide invece dimostra sempre simpatia esplosiva ed impegno riuscendo a districarsi bene nelle varie tipologie di generi e canzoni in cui si cimenta. Piccolo battibecco invece intorno ad un accadimento relativo alla ballerina Elena, che ieri sera ha voluto interrompere la coreografia a causa dei suoi pantaloncini che stavano cadendo lasciandola così nuda. Steve La Chance ha criticato Elena ritenendo non professionale il suo comportamento, ma la stessa si è difesa citando una situazione analoga che coinvolse l’anno scorso una professionista, la quale reagì ad un simile accadimento bloccandosi e chiedendo di potersi sistemare i pantaloncini per poi ripetere la coreografia.

P.B