Calcio- Salvador Cabanas in terapia intensiva, colpito da una pallottola in fronte

Il 29enne attaccante della nazionale paraguaiana Salvador Canabas si trova ora in terapia intensiva presso l’ospedale di Città del Messico a causa di una ferita alla fronte provocata da un colpo d’arma da fuoco.

La dinamica dell’accaduto è ancora incerta. La sparatoria, il cui teatro è stato un bar nel sud della città, sembrerebbe sia avvenuta in seguito a un tentativo di rapina ai danni del giocatore. Il procuratore che si occupa del caso, Angel Mancera,  ha dichiarato alle televisioni che dall’ospedale riferiscono solamente che il giocatore è stato colpito da un proiettile entrato dalla fronte e non uscito.

Il giocatore, cosciente al momento dell’arrivo dei soccorsi è ora sotto i ferri per l’estrazione del proiettile. La situazione è delicatissima e nel frattempo una folla di fan, curiosi e amici si è ritrovata fuori l’ospedale rispondendo così all’appello della moglie Maria Alonso Mena.” La situazione è critica, pregate per lui perchè è molto grave”.

Si aspettano così gli sviluppi di questa drammatica vicenda che ha coinvolto un grande campione dell’America Latina. Cabanas infatti è stato per due anni consecutivi il miglior realizzatore della Coppa Libertadores e ha collezionato 45 presenze e 10 goal con la maglia della nazionale.

Una triste vicenda che ci riporta alla mente quella del 1994, quando il calciatore colombiano Andrès Escobar fu assassinato per le strade di Medellìn, “colpevole” di un autogol che fece vincere quella partita agli Stati Uniti.

L.B.