Che film “Avatar”! Appassionante, spettacolare e…

Da solo pochi giorni nelle sale dei cinema ed è già un successo mondiale.

Per chi non l’avesse ancora intuito, il riferimento al nuovo e attesissimo film realizzato da James Cameron -Avatar – pellicola che è riuscita ad appassionare spettatori da ogni parte del mondo e perfino i molti critici che non hanno proprio potuto trovare alcuna parola di disapprovazione.

Provocando un incredibile boom – previsto e adesso quindi anche confermato – il regista ha già portato sul grande scherzo anche un’altra sua creazione, Laser Cats 5, con uno strano desiderio ancora proibito, quasi paradossale, verso Avatar 2.

Grazie alla collaborazione di grandi case di produzione come 20th. Century-Fox Film Corporation, Giant Studios e Dune Entertainment, la scalata verso la vetta delle classifiche cinematografiche è quasi stata una “semplice passeggiata”, scontata.

Inutile dire come quest’opera catturi l’anima e quanto sia sorprendente la storia fantastica di Jake, un marine in congedo, trasferito su una luna, Pandora, e coinvolto nel sistema programmato Avatar – definizione che si usa nella realtà virtuale per mostrare un’immagine, o un corpo che l’utente può controllare a distanza.

Attraverso l’armonia della pellicola, quasi fosse una “poesia in movimento” – grazie principalmente alla magia presentata dal 3D – le scene tendono a lasciare sempre con il fiato sospeso, non sapendo mai come andrà a finire il tutto. Ed è così che, tra imprevisti, scontri rivoluzionari e situazioni più rilassate e piene di immense emozioni, questo splendido film segue la scia del tanto acclamato successo americano già riscontrato più volte dal suo regista James Cameron – produttore anche del multi-premiato Titanic del 1997 – dimostrando come i circa 400 milioni di dollari spesi per la realizzazione, siano stati soldi ben spesi.

Il kolossal, un insieme di emozioni ed estrema sagacia, intrecciate in una eleganza suprema che non sarebbe stata possibile senza la presenza dell’aspetto 3D, dimostra come ogni singolo minuto prestato alla visione di questo incredibile film, porti gli spettatori “dentro” alla storia, quasi a prendervi parte, facendo compagnia agli eroici protagonisti.

Infatti, anche se i temi riprendono argomenti già usati – e già visti – la profonda forma delle immagini e delle scene colpisce con la peculiarità del suo stile, rendendo questo film un’esperienza di astratta sensorialità di grandissimo interesse…

Un film magnifico, fenomenale: vedere per credere.

Valentina Princic