Mourinho: volevano farci perdere, ma avremmo vinto anche in 7

Un uomo incontentabile, potrebbe essere questa la definizione più adatta per descrivere Josè Mourinho. Dopo una vittoria fantastica nel derby della sua squadra, ridotta addirittura in 9, lo Special One trova l’appiglio giusto per manifestare il suo disappunto. Prima però c’è spazio per gli elogi: “Siamo un gruppo fantastico, una squadra fantastica. I miei ragazzi hanno fatto una grandissima partita. Potevamo perdere solo se rimanevamo in sei, perché avremmo vinto anche con sette. Oggi l’Inter ha fatto una gara spettacolare, assolutamente incredibile. Si è capito dal primo minuto che eravamo più forti”. Ma ecco la prima stoccata: “Partita dei sogni? No, la partita dei sogni è quella in cui tutti facciamo bene, noi, l’avversario e l’arbitro”.

Infine, l’assalto finale: “Non sta a noi chiudere il campionato. A Bari non è stato espulso Bonucci, oggi hanno fatto di tutto per farcela perdere ma i miei ragazzi sono stati stupendi, sarà difficile in queste condizioni vincere lo scudetto. Cosa penso del rosso a Sneijder? Anche Borriello andava espulso, è così, il metro di valutazione è stato diverso: Rocchi mi ha detto che l’ha espulso perchè lo ha irriso, ma dopo abbiamo capito che non è stata casuale l’espulsione di Sneijder… Ricordo anche, quando io non ero in Italia, di Totti che manda a quel paese l’arbitro (era Rizzoli, ndr), ma non viene preso nessun provvedimento. L’arbitro non deve essere permaloso. Mi chiedo perchè, con tanti arbitri italiani bravi che ci sono, hanno mandato ad arbitrare Rocchi”. Domanda che giriamo al designatore Pierluigi Collina.

Miro Santoro