No Tav: recapitato proiettile al sindaco Chiamparino

Una busta contenente un proiettile calibro 9 e una lettera, definita farneticante e a tratti sgrammaticata scritta a mano in stampatello, con riferimenti alla Tav, è stata inviata questa mattina al sindaco di Torino Sergio Chiamparino.

La busta, sulla quale al posto del francobollo c’era la scritta ‘‘La Tav la paga Berlusconi e Ferrentino’‘, è arrivata in municipio insieme alla posta ordinaria. La lettera, alla quale era appiccicato il proiettile inizia con le parole ”Caro sindaco” e fa poi riferimento ai sondaggi preliminari in corso in questi giorni e alla posizione favorevole all’opera del primo cittadino. ”Sono assolutamente sereno” commenta il sindaco Chiamparino sottolineando che questo episodio ”non cambia in alcun modo il mio impegno sulla Tav. Credo che lettere come questa, così come gli incendi ai presidi – aggiunge Chiamparino- siano del tutto estranei agli schieramenti favorevoli e contrari alla Tav che civilmente si sono manifestati e confrontati in questo fine settimana”. La lettera è ora al vaglio della Digos.

Solidarietà al sindaco di Torino, ”vittima di un atto intimidatorio” e’ stata espressa dalla presidente del Piemonte, Mercedes Bresso. ”Credo e spero”, ha sottolineao Bresso, che l’atto ”sia estraneo a quanti in questi giorni hanno ribadito la propria contrarietà alla Tav”. ”Episodi di questo tipo, come già accaduto in passato, e dai quali sono stata toccata in prima persona – ha sottolineato – non sono utili ad alcuna causa e nuocciono al confronto che in questi anni le istituzioni piemontesi e l’Osservatorio hanno cercato di costruire”. Anche l’Anci esprime solidarietà al suo presidente per il ”vile gesto sconsiderato”.  vicepresidente vicario dell’Anci Osvaldo Napoli e il segretario generale Angelo Rughetti, aggiungono: ”Conosciamo bene lo spirito di Chiamparino e siamo certi che le minacce ricevute, sulle quali auspichiamo vengano fatte tutte le indagini e tutti gli accertamenti del caso, non ne intaccheranno quell’impegno e quello spirito di servizio che contraddistinguono la sua attivita’ di amministratore locale”.

Intanto il coordinamento unitario delle confederazioni artigiane Confartigianato, Cna e Casartigiani del Piemonte ha aderito all’iniziativa in favore del progetto Tav promossa proprio dal sindaco di Torino Sergio Chiamparino e dal sottosegretario ai Trasporti Bartolomeo Giachino. Secondo le confederazioni artigiane piemontesi “non si può perdere la connessione alla nuova rete ferroviaria europea. È necessario che la Torino – Lione venga realizzata affinché‚ il Piemonte possa essere inserito in una delle principali direttrici dell’allacciamento ferroviario attraverso l’Europa”.

Manuela Vegezio