Serie A, Ferrara a un passo dall’esonero.E intanto spunta l’idea Trap

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:15

 Sembra ormai solo questione di ore l’esonero di Ciro Ferrara.

Sarebbe cosi arrivata al capolinea l’avventura dell’ex difensore napoletano sulla panchina bianconera che, ad onor del vero, aveva iniziato positivamente la stagione tanto da meritarsi elogi e consensi. Poi invece, come spesso accade nella dura legge del pallone,  una serie di risultati negativi e un tabellino di marcia , o meglio di retromarcia, degno della serie B  hanno invertito la tendenza. E oggi si decide. La palla passa a John Elkann che sarà l’ago della bilancia.

In caso di esonero,  per Ciro, oltre al danno  si aggiungerebbe anche la beffa. Eh già, perchè  ironia della sorte vorrebbe che a dargli il colpo di grazia sia proprio quel Claudio Ranieri che lui era stato chiamato a sostituire dopo il pareggio casalingo contro l’Atalanta,  a due giornate dal termine del campionato.

Intanto è gia partito il toto-allenatori: secondo quanto rilanciato da Sky Sport 24, la dirigenza bianconera punterebbe su due nomi per il dopo-Ferrara e il nome del futuro allenatore della Juve  potrebbe venire dal passato.
Da una parte c’è Dino Zoff, restio però ad accettare un ruolo da traghettatore sino a fine stagione, quando poi , nonostante le smentite di rito, pare certo il ritorno di Marcello Lippi sulla panchina della Vecchia Signora.

Il secondo nome, più affascinante, è quello di Giovanni Trapattoni, ct dell’Irlanda fermo dopo la mancata qualificazione ai Mondiali.

Il tecnico, uomo di spogliatoio in grado di ricompattare la squadra e  traghettarla sino al termine della stagione ,starebbe stuzzicando e non poco la fantasia della dirigenza bianconera.

Francesca Ceci

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!