Arte: Roy Lichtenstein, padre della Pop Art insieme ad Andy Warhol, in mostra a Milano fino a maggio

Di lui ricordiamo soprattutto le immagini in chiave fumettistica tratte dal mondo della pubblicità o degli oggetti di uso domestico, per non parlare di vignette originali ingrandite e presentate sotto forma di fumetto gigante. Ma le opere dell’artista newyorkese, simbolo della Pop Art, sono vere e proprie tele dipinte.

Colori vividi e accesi, linee spesse, spazi vuoti riempiti di puntini sono alcuni degli elementi che caratterizzano i suoi quadri, così come l’efficace tecnica di puntinazione estremamente regolare, spesso utilizzata, ottenuta grazie a una griglia forata.

Per gli appassionati e non, da non perdere quindi la mostra organizzata dalla Triennale di Milano e da Alpha Omega Art (già curatrice di esposizioni imperdibili: Basquiat, Keith Haring, Andy Wharol, La Chapelle), inaugurata domenica scorsa e visitabile fino a maggio, per poi essere trasferita a luglio a Colonia, al Ludwig Museum (fino al 3 ottobre).

La mostra è articolata per sezioni tematiche e parte dai lavori degli anni ’50, fase in cui l’artista ancora era legato ad una sperimentazione dei linguaggi delle avanguardie storiche e da un certo espressionismo astratto. Qualcuno potrebbe forse parlare di “ricopiatura”, ma non è il termine esatto. Si tratta certamente di rielaborara modelli esistenti, in quanto la più grande intuizione di Lichtenstein è stata quella di ritagliare le immagini tratte da fumetti o illustrazioni pubblicitarie per riprodurle, ingigantite, con una pittura che evocasse l’effetto della stampa tipografica.

Gianni Mercurio, curatore della mostra, sostiene che si potrebbe considerare l’arte di Lichtenstein come una “meditazione sull’arte”: “Lichtenstein non cita gli originali ma le proprie versioni di quelle immagini. In sostanza, Lichtenstein si auto cita, dando vita ad un processo fino a quel momento inedito: il citazionismo dell’appropriazionismo”.

Di seguito alcune info:

Triennale di Milano, viale Alemagna 6.
Orari: tutti i giorni 10:30-20:30, chiuso lunedì. Giovedì fino alle 23.
Ingresso: intero 9, ridotto 6,50.
Informazioni: 02724341, 0272434208.
Catalogo: Skira.

Claudia Fiume