Bologna c’è, ma il sindaco? Le parole di Prodi per Delbono

Ormai sappiamo bene quale sia stata la scelta definitiva, confermata poi a Palazzo D’Accursio da Flavio Delbono, il sindaco di Bologna si è dimesso. Perché accusato di aver utilizzato il denaro della Regione a uso privato, con viaggi e spese con l’allora compagna e segretaria Cinzia Cracchi.

Non si è fatta attendere però la replica di Romano Prodi, che fu il vero sponsor di Delbono durante la campagna elettorale: “Lo giudico un gesto di rispetto verso la città, il suo è un gesto di grande sensibilità nei confronti di Bologna. Le sue dimissioni dimostrano un senso di responsabilità verso la comunità che va al di là dei propri obblighi e delle proprie convenienze. Delbono ha confermato, a differenza di altri, di saper mettere al primo posto il bene comune e non le sue ragioni personali”.
E che fine ha fatto la donna del mistero? Cinzia Cracchi, anche lei indagata per peculato e abuso d’ufficio, ha rilasciato un’intervista dove ha dichiarato: “Penso che Delbono abbia fatto il meglio per la città dimettendosi. Questo non era un mio obiettivo, la mia intenzione era quella di riavere il mio lavoro. Delbono prova odio per me? Io non lo odio”.
Bè ci mancherebbe altro!

Alessandra Battistini