Calcio – Juve-Ferrara è addio

Michele Briamonte e Blanc, parlano a lungo, parlano a fondo dopo il vertice che si è svolto ieri in casa Juventina. Michele Briamonte era presente, insieme a Secco, Bettega e ovviamente allo stesso Blanc. Chi è Michele Briamonte? E’ colui che vedrà come cessare il rapporto tra Ciro Ferrara e la Juve e stipulerà un nuovo contratto per il nuovo allenatore che ancora bisogna decidere chi sarà o forse già si è scelto.

Michele Briamonte è l’avvocato fiscalista della società bianconera, è la persona che dovrà esaminare la posizione contrattuale di Ferrara per divorziare definitivamente. Era presente anche lui e questo può far capire solo una cosa, Ferrara tra pochi giorni non sarà più l’allenatore della Juventus, forse già da oggi o da venerdì, si aspetta solo il comunicato ufficiale. L’ennesima sconfitta non ha potuto far chiudere gli occhi alla dirigenza juventina che tanto aveva creduto nel giovane allenatore, ma dopo esser stati buttati fuori dalla Champions, aver perso il secondo posto, dopo le ultime partite non convincenti e soprattutto dopo l’ennesima sconfitta in casa contro la Roma, tutto questo ha fatto sì che la Juve prendesse la parte dei tifosi.

Sul successore ancora non si sa niente anche se il prescelto sembra essere Hiddink. L’allenatore, ex Chelsea, piace molto alla piazza torinese e sarebbe l’allenatore più adatto a ridare tranquillità e vittorie alla Vecchia Signora. Hiddink però per venire a Torino non si accontenta di poco e per questo la società bianconera sta ancora valutando le alternative.

Si è parlato del Trap, ma lui non vuole ritornare in Italia. Si è parlato di Vialli, ma c’è il timore che possa accadere come è successo con Ferrara. La Juventus sta cercando un allenatore di esperienza. Molto meno probabile l’arrivo di Benitez, almeno in questa stagione. Gli ultimi nomi che circolano nell’ambiente Juve sono quelli di Gentile e Zoff, due grandi ex. Una cosa sicura è che Ferrara non sarà più l’allenatore della Juve e per il resto come diceva una canzone: chi vivrà vedrà.

Leonardo Bocci