Calcio-Juventus, occhi su Rafa Benitez. L’agente del tecnico: “Rafa in bianconero? Nel calcio non si sa mai”

Il destino di Ciro Ferrara come allenatore della Juventus ormai sembra già scritto: la sua permanenza in bianconero sta lentamente volgendo al termine, purtroppo molto tempo prima rispetto a quanto auspicato dalla dirigenza juventina, con in testa il presidente Jean-Claude Blanc che tanto aveva scommesso su questo progetto giovane.

Un progetto però  che sta naufragando, con la Juventus passata in pochi mesi dal ruolo di anti-Inter di inizio campionato, a quello di concorrente per il quarto posto. Un tracollo che ha portato giù la squadra fino alla sesta posizione, scavalcata da Roma, Napoli e Palermo. Due vittorie nelle ultime dieci partite, contro Parma in campionato e Napoli in Coppa Italia. Troppo poco per chi è abituato a contare trofei su trofei nella propria bacheca.

Troppo poco per Ferrara, per sperare in una conferma. Per questo si attende solo la notizia ufficiale di un esonero che, dopo la batosta di sabato contro la Roma, appare inevitabile.  Ma chi al posto dell’attuale tecnico? E’ questo il nodo della questione, perché le alternative al momento sembrano scarseggiare e la dirigenza non ha trovato un nome valido che possa sostituire il mister napoletano. Senza dimenticare, che sulle scelte future incombe il possibile ritorno il prossimo anno di Marcello Lippi come direttore tecnico.

Nelle ultime ore però, è tornato a circolare nell’ambiente il nome dell’allenatore del Liverpool Rafa Benitez. Il tecnico spagnolo, è da tempo in rotta di collisione con i Reds e non disdegnerebbe un’esperienza nel campionato italiano. “Benitez alla Juventus? Nel calcio non si sa mai” ha dichiarato ieri, come riportato dal quotidiano The Guardian, il suo procuratore Manuel Garcia Quilon.

“Non so quello che capiterà nei prossimi cinque o sei mesi – ha proseguito l’agente del tecnico – In questo mondo le situazioni cambiano rapidamente, anche se Rafa ha ancora quattro anni di contratto ad Anfield”.

Benitez in bianconero si può fare quindi, anche se la sua disponibilità sarebbe a partire dal prossimo campionato. Il che lascerebbe intendere che la dirigenza bianconera, qualora ufficializzasse l’esonero di Ferrara, si potrebbe affidare ad un traghettatore in attesa del tecnico iberico, legato ai Reds da un ricco contratto (4.5 milioni a stagione, fino al 2014) che forse potrebbe essere l’unico vero ostacolo a questa idea.

Ma chi scegliere come traghettatore? Di nomi ne sono stati fatti tanti, ma fino ad ora nessuno ha convinto sul serio. L’unico realmente vicino alla Juventus è stato Guus Hiddink, che però non è da considerare un traghettatore e che, tra l’altro, si dice possa adesso prendere proprio il posto di Benitez al Liverpool.

Francesco Mancuso