Luciano Moggi: “Mourinho mi sta simpatico”

Dopo averlo definito qualche settimana fa un dilettante allo sbaraglio al pari del suo presidente, Luciano Moggi si ricrede ed elogia il tecnico portoghese durante la registrazione del “Chiambretti Night”, in onda stasera su Italia 1.

Ecco il Moggi-pensiero prossimamente sugli schermi televisivi: “Mourinho é un gran comunicatore. A me è simpatico perché fa le stesse cose che facevo io alla Juventus, cioè confonde le acque”. Domanda cattiva del conduttore: “Mou farà quindi la fine di Moggi?”, la risposta non si fa attendere: “No, perchè è un allenatore che fa risultati”.

L’intervista non poteva non toccare l’argomento Calciopoli, ed ecco la teoria di Big Luciano, che è sempre imputato nel processo in corso a Napoli: “Quello che organizzava queste cose poco chiare, è rimasto dentro. Visto quello che dice Moratti, non può non essere così”. Evidente il richiamo alle polemiche di questi giorni dopo il derby, dove lo stesso Mourinho e l’amministratore delegato Paolillo hanno parlato di un complotto per far perdere lo scudetto all’Inter. Ancora l’ex dirigente bianconero con le sue teorie: “Probabilmente Moggi era quello che doveva essere abbattuto. Probabilmente, stando a quello che dice ora Moratti, qualcuno è rimasto. Noi combattevamo quello che oggi combatte Moratti, ma probabilmente eravamo più forti del presidente dell’Inter”. Il riferimento a fatti e persone (rossonere) è puramente casuale.?

M. S.