Non si lava per 35 anni sperando di avere un figlio maschio

Strano, ma vero. Al mondo d’oggi bisogna aspettarsi di tutto.
Ma quello che è successo a Varanasi(foto),in India, ha dell’incredibile.

Kailash Kalau Singh, un uomo di 63 anni residente a Varanasi, non si lava da ben 35 anni per avere un figlio maschio! E’ vero che l’acqua sta assumendo giorno dopo giorno un valore sempre più alto ma, per chi ne ha la possibilità, usarne un pochino per l’igiene personale sicuramente non fa male. Non è di tale avviso il signor Singh che, dietro consiglio di un santone indiano, ha smesso di lavarsi per avere l’opportunità di avere un figlio maschio.

Se funziona la cosa? Beh i fatti dicono l’esatto contrario del santone, visto che il signorotto indiano in questione ha ben sette figlie femmine! Ciò nonostante egli continua imperterrito a sostenere tale tesi e continua con la sua cura personale.

La scelta di Singh non sembra delle migliori, anche in relazione al lavoro che svolge. Già, gestisce un negozio di alimantari e, ovviamente, la gente del luogo si guarda bene dal fare acquisti nella sua bottega vista la politica igienica intrapesa. Controproducente scelta anche nel mondo del lavoro.

Egli effettua solo dei cosiddetti “bagni di fuoco” che non hanno niente a che vedere con le perfomance sui carboni ardenti di Jucas Casella. Consistono praticamente nello stare in piedi su una gamba sola a fianco di un falò, fumando marijuana e pregando Shiva. Secondo lui questo bagno sarebbe utile per l’eliminazione di germi e batteri.

Possibile che nell’era di internet,della televisione,dei mezzi di comunicazione accadano ancora queste cose? Da un lato notizie del genere fanno colore e concedono una risata a chi le legge. Dall’altro, però, ci si chiede: possibile che esista ancora ignoranza e si creda a santoni,streghe e stregoni come avveniva in passato?

Antonio Pellegrino