Ritrovata una lettera inedita di Primo Levi

A 65 anni dalla liberazione di Auschwitz, è stata ritrovata una lettera inedita del grande scrittore Primo Levi datata solo cinco mesi dopo la sua liberazione dal campo di prigionia nazista.

Il 27 gennaio 1947 i sovietici della LX divisione armata del fronte ucraino entrati in Auschwitz ritrovarono solo 7000 persone ancora in vita, fra i quali anche Primo Levi. Il 6 giugno del 1954, l’autore di “Se questo è un uome”, dalla località polacca di Katowice, scrisse una lettera alla sua amica Bianca Giudetti Serra.

Cara Bianca: Sono vivo per miracolo”. Con queste parole Levi sottolineava il suo stupore per essere sopravvissuto all’orrore nazista. La lettera sarà esposta in una mostra che si inagurerà mercoledì in concidenza con il giorno della Memoria dell’Olocausto.