Tech, Rai – Finalmente si chiude nuovamente l’accordo tra Rai e Eutelsat

Si consolida il pluriennale rapporto tra la Rai-Radiotelevisione Italiana ed Eutelsat nel settore dell’Innovazione Tecnologica e della Ricerca sui Sistemi Radiotelevisivi Avanzati.

Il Direttore Generale della Rai, Mauro Masi ed il Ceo di Eutelsat, Giuliano Beretta, hanno firmato un accordo di
collaborazione che facilitera’ il passaggio alla TV del futuro. Diversi i temi tecnologici oggetto di ricerca e  sperimentazione: la Televisione Stereoscopica (3D) in Alta Definizione, lo sviluppo di reti innovative per l’alimentazione di ripetitori urbani per reti DVB-H/S ibride satellite-terrestre e reti digitali terrestri DVB T2, la distribuzione satellitare di segnali HDTV di prima e seconda generazione, lo sviluppo di Servizi Televisivi su Satelliti in Banda Ka e attraverso reti IP via satellite, la distribuzione di Servizi Multimediali Interattivi su reti satellitari con canale di ritorno.

Continua cosi’ il rapporto pluriennale, che ha gia’ visto Eutelsat e Rai collaborare su piu’ fronti di ricerca. Nel febbraio 2006, in occasione dei XX Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006, Rai ha realizzato in collaborazione con Eutelsat la prima trasmissione in Europa di segnali in Alta Definizione in Tecnologia MPEG-4 su piattaforma Digitale Terrestre.

Nel Settembre 2008, Rai ha inserito Eutelsat nel gruppo di ricerca formato, tra gli altri, da NHK, BBC ed EBU e che ha
portato a realizzare presso il Salone IBC di Amsterdam la ”prima mondiale” di Trasmissione via Satellite di segnali
SuperHiVision” – il sistema ad altissima definizione le cui immagini hanno una risoluzione pari a 16 volte quella
dell’attuale ”Full HD”. La dimostrazione e’ stata premiata con l”’IBC Special Award 2008” per l’Innovazione Tecnologica.

Dagli inizi del 2008 Rai ed Eutelsat collaborano allo scopo di realizzare, nell’area di Torino, la prima rete sperimentale
DVB-H/S che serve come piattaforma di validazione tecnica per servizi applicati alla mobilita’.

Riccardo Basile