Calcio, Juventus: Claudio Gentile al posto di Ciro Ferrara, in attesa di Rafa Benitez

Il contatto con Alberto Zaccheroni c’è stato nella giornata di oggi, ma alla fine la dirigenza è poco convinta. L’ex allenatore di Udinese, Inter e Milan, con cui ha vinto anche uno scudetto al photo finish, ci sta pensando e domani darà una risposta, ma Jean Claude Blanc e John Elkhann vogliono andare sul sicuro. Zac, dopo il miracolo Udinese, ha fallito sia con l’Inter, sia con la Lazio che con il Torino subentrando a stagione in corso. Dunque i “piani alti” bianconeri non sono convinti fino in fondo della sua efficienza in panchina. E allora meglio puntare “sull’usato sicuro”. Un ex giocatore della Juventus. Una vecchia bandiera bianconera come Ciro Ferrara, come Antonio Conte (in estate ad un passo dall’attraccare nel porto sotto la Mole) o come Claudio Gentile. E proprio lui, nelle ultime ore, sembra essere il candidato numero uno a sostituire Ferrara fino a fine stagione. Secondo indiscrezioni l’ex difensore campione del Mondo nell’82 farà da traghettatore fino a fine stagione, in attesa che Rafa Benitez si svincoli dal Liverpool a giugno dopo aver ricevuto il ben servito a fine stagione. I rapporti tra lui e i reds si sono molto incrinati, complice soprattutto una stagione non proprio esaltante della formazione inglese. E la battuta di Ezio Greggio, durante la puntata odeirna di Striscia la Notizia, è la conferma di queste indiscrezioni: “Da giovedì la Juve sarà molto più gentile….ve lo dico io”, ha detto il conduttore del blog rotocalco di Canale 5. Il passaggio di consegne tra Claudio Gentile e il tecnico Ferrara avverrà nelle prossime 24 ore e giovedì, durante la sfida di coppa Italia contro i campioni d’Italia, sarà proprio lui a sedersi sulla panchina della Signora. Ad avvalorare l’ipotesi di un Benitez atteso la prossima stagione a Torino, c’è tutta la stampa della Gran Bretagna che conferma i contatti tra la dirigenza bianconera e il tecnico spagnolo. L’unico problema è che Rafa ha ancora quattro anni di contratto con il Liverpool e quindi la situazione è complicata. L’eventualità di portare alla Juve il tecnico del Liverpool resta un’operazione assai onerosa. Ma per il momento la dirigenza è sicura. Dopo i no di Trapattoni e Zoff e dopo aver scartato Vialli, Carrera e altri, ci si affiderà alla “bandiera Gentile”. Undici stagioni sotto la Mole (dal 1973 al 1984), 283 presenze e 9 gol, difensore arcigno in grado di fermare Diego Armando Maradona ai mondiali di Spagna nell’82 con la maglia azzurra, vestita per ben 71 volte. Dunque: addio Ferrara. See you soon.

Andrea Bonino