Calcio, Napoli: la rivincita di De Sanctis

Nato a Guardiagrele(Chieti) il 26 marzo del 1977, Morgan De Sanctis sta vivendo una seconda giovinezza con la maglia azzurra del Napoli.

E’ l’uomo del momento fra i partenopei, capace di mantenere l’imbattibilità fra i pali da 5 partite e parando ben due rigori nelle ultime due partite di campionato.

Morgan muove i primi passi da portiere nel Pescara dove, nella stagione 1994/95, ha la fortuna di esordire in prima squadra nel campionato di serie B per la contemporanea assenza degli altri due portieri presenti nella rosa della squadra abruzzese. Il suo battesimo calcistico avvenne sul campo neutro di Francavilla al Mare. In quella partita la sua squadra giocava contro il Venezia e parò un rigore ad un certo Christian Vieri…un esordio da predestinato verrebbe da pensare. Da quel momento divenne il portiere titolare del Pescara e difese la porta degli abruzzesi per 4 stagioni, dal 94′ al 97′. Le sue prestazioni balzano agli occhi di tutti e così finisce nella rete di osservatori della Juventus che nella stagione 1997/98 lo acquista per 10 miliardi delle vecchie lire. Non male per un ragazzo di 20 anni trovarsi nella Juve di Lippi e che dominava incontrastata in campionato. Nella squadra torinese il suo bottino di presenze è alquanto scarno, solo 3 presenze in 2 stagioni, complice la presenza di Peruzzi prima e Van Der Sar poi. Nel 1999 passa all’ Udinese, dove dopo un’inizio in sordina si conquista la maglia da titolare subentrando al portiere Luigi Turci. Con i friuliani si toglie tantissime soddisfazioni, collezionando ottime prestazioni e meritandosi nel 2005 una meritata convocazione nella Nazionale Italiana. Nel luglio del 2007 chiese la rescissione contrattuale alla FIFA, avvalendosi della norma secondo cui un giocatore che ha superato i 29 anni di età può chiedere l’interruzione del contratto con una squadra pagando un indennizzo basso.

Passa al Siviglia nella stagione 2007/08 ma la scelta non è di quelle felici in quanto fa la riserva di Palop.

Nella stagione seguente va in prestito al club turco del Galatasaray dove colleziona 31 presenze e si guadagna la convocazione per la Confederation Cup, più per il suo valore che per le prestazioni in campionato.

Nella stagione in corso viene acquistato dal Napoli che accontenta la sua voglia di voler tornare a dimostrare il suo valore nella serie A. Dopo un inizio non esaltante, come del resto tutta la squadra partenopea sotto la guida di Donadoni, Morgan colleziona una serie di prestazioni al top con l’arrivo di Mazzarri. Il presidente del Napoli  De Laurentiis si sbilancia e addirittura ammette che in questo momento il portierone abruzzesse è più forte del mostro sacro Gigi Buffon. Fatto sta che De sanctis al momento è un uomo fondamentale in questo Napoli che cerca la qualificazione europea, e la sua forza sta nel volare sempre basso anche se sa in cuor suo di essere l’uomo del momento in casa azzurra.

Antonio Pellegrino