Google Chrome, rilasciata la versione 4.0

Dopo vari mesi, passati a testare la versione beta del browser, e dopo solamente quattro mesi dall’uscita della versione 3.0, Google comunica il rilascio della nuova versione del suo browser; la 4.0 infatti è già disponibile per Windows, precisamente per i sistemi operativi Vista e Xp. Gli sviluppatori hanno inserito varie novità, tra cui il supporto per le estensioni e la sincronizzazione dei segnalibri. Due particolarità da sempre richieste dagli utenti. Le estensioni, presenti in una gallery di 1500 unità, garantiranno ai navigatori tutte le funzionalità già presenti da anni in Mozilla Firefox. La sincronizzazione invece, permette attraverso l’inserimento di nuovi segnalibri che questi siano automaticamente inviati ai sistemi collegati ad internet.

Non solo bookmark però, ma anche dettagli login, cronistoria, configurazioni grafiche, e molto altro ancora. Una vera bomba che Mountain View candida a divenire davvero cuore pulsante di tutte le attività da compiersi online mediante terminale. Pur trattandosi di piccole applicazioni, gli sviluppatori sicuramente hanno fatto un notevole passo avanti riguardanti la creatività, e hanno sicuramente resto il browser già molto affidabile notevolmente arricchito. Tra le novità, riscontriamo anche la risoluzione totale di ben 13 vulnerabilità presenti nella versione precedente. Il browser si presenta anche notevolmente velocizzato, infatti, tramite dei test notiamo un avanzamento delle prestazioni pari al 42% rispetto alla versione 3.0. Google Chrome 4.0 inoltre, sarà nettamente più sicuro avendo introdotto al suo interno una caratteristica denominata “Strict Transport Security”. Per quanto riguarda i sistemi Mac e Linux, la versione beta del browser è stata rilasciata nel dicembre scorso, ma non è ancora stata rilasciata una versione stabile. Per concludere, vi comunichiamo che, chi possiede ed usa già il famoso browser internet, può aggiornarlo manualmente cercando la funzione sotto il menù Tool à About Google Chrome. Nonostante l’aggiornamento manuale, entro pochi giorni sarà comunque disponibile Update automatico.

Emanuela Longo