L’atteso Baciami ancora arriva nelle sale, ma Gabriele Muccino ripensa già ad Hollywood

Arriverà venerdì 29 nelle sale cinematografiche, il sequel dell’apprezzatissimo L’ultimo bacio, uscito nel 2001, che raccontava le vite, gli amori e i tradimenti di una generazione di trentenni.

Baciami ancora, titolo del sequel, riprende esattamente la storia di quel gruppo di giovani romani, che non ha smesso forse di fuggire dalle proprie reponsabilità e si ritrova dieci anni dopo ad affrontare i problemi e  le inquietudini dei quarantenni.

Ed ecco che troviamo Carlo (Stefano Accorsi) e Giulia sull’orlo del divorzio, Adriano (Giorgio Pasotti) in crisi esistenziale,  Marco (Pierfrancesco Favino) e Veronica (felicemente sposati nel primo film) alle prese con una crisi matrimoniale problematica, l’irrequieto Paolo (Claudio Santamaria), l’unico forse a non esser cambiato e Alberto (Marco Cocci) che sogna ancora il viaggio della sua vita.

Come ormai si sa, il film corale ripropone gli stessi personaggi e gli stessi attori, ad eccezione della protagonista femminile Giulia, interpretata allora da una giovanissima Giovanna Mezzogiorno, oggi sostituita dalla bella Vittoria Puccini.

Dopo il successo hollywoodiano, ottenuto grazie ai riusciti La ricerca della felicità e Sette Anime, Muccino, da sempre considerato un regista generazionale per i temi trattati è tornato alla storia di tutte le storie d’amore, con l’obiettivo non di impartire una lezione pedagogica sulla famiglia, ma dipingere il ritratto di una parte di questa generazione, sbandata e senza più riferimenti.  “Nemmeno quando feci L’ultimo bacio – spiega il regista – volevo offrire il ritratto di una generazione intera. Io non sono nessuno per mettermi in cattedra. Anche perché di quella generazione faccio parte, e la vivo da dentro, non da fuori. Quel che vedo nei quarantenni d’oggi è anche quel che racconto nel film: amori falliti, famiglie distrutte, bambini sballottati. Il che nevrotizza ulteriormente le coppie d’oggi.»

Il ritorno al melodramma italiano pare che sia stato comunque solo una breve parentesi. Il regista romano, infatti, tornerà nuovamente ad Hollywood, dove ha intenzione di dirigere Keenu Revers in un film fantascientifico dal titolo Passengers, ambientato su un’astronave, durante un viaggio interstellare. Il film è stato scritto da Jon Spaihts, autore dello script del prequel di Alien.

Un altro cambio di rotta per il regista italiano, a cui auguriamo di riuscire ancora una volta nell’impresa.

Claudia Fiume