Malaria, annuncio di Bill Gates: entro 3 anni pronto il primo vaccino

Nella foto Bill Gates

Londra. In una recente intervista rilasciata alla BBC World Service’s World Today, il magnate Bill Gates ha confermato che, nel giro di 3 anni, sarà finalmente pronto un primo vaccino contro la malaria, mentre saranno necessari altri 5/10 anni per arrivare ad un vaccino definitivamente efficace. Bill Gates è convinto che si possa sradicare la malaria in modo totale e definitivo e conferma che la sperimentazione del vaccino è ormai entrata nella fase finale. ”Io sono ottimista sul fatto che anche la malaria si possa sradicare come e’ successo per la polio”, le parole di Gates. Il vaccino è in corso di sperimentazione in Africa con vari partner, tra cui la GlaxoSmithKline, e ha già dato risultati molto confortanti; tuttavia è ancora in fase di perfezionamento per ottenere una copertura pari al  100%.
Il vaccino messo a punto si chiama RTS-S e viene già testato su 16.000 bambini distribuiti in sette diverse nazioni del continente africano. Se questa sperimentazione avrà successo, come ci si augura, allora entro l’anno 2012 potranno già essere prodotti  i vaccini per i bambini compresi dai 17 mesi ai 5 anni di età. E’ importante e confortante segnalare che il vaccino messo a punto dalla GlaxoSmithKline è il primo che riesce ad arrivare alla fase III di sperimentazione. Durante la fase II di sperimentazione questo vaccino si è dimostrato efficace nella misura del 64% contro le nuove infezioni durante il follow-up di tre mesi dopo la prima dose; mentre si è rivelato efficace  per il 38% nel periodo di follow-up di sei mesi dopo la prima dose. Il grosso vantaggio del RTS-S è rappresentato dal fatto che avendo un elevato grado di tollerabilità,  può essere somministrato anche ai bambini più piccoli. Ricordiamo i dati riportati dall’Italian Malarian Network: sono circa 500 milioni ogni anno i nuovi casi di malaria registrati nel mondo; fra 1 e 3 milioni l’anno i morti per malaria e, purtroppo, la fascia della popolazione che risulta maggiormente colpita è quella dei bambini al di sotto dei 5 anni; mentre 2 miliardi sono le persone su tutto il pianeta a rischio o già ammalati di malaria; i casi si registrano in vaste zone dell’Africa, dell’ Asia e del Sud America. Bill Gates è a capo della Bill & Melinda Gates Foundation ed è anche a capo della PATH Malaria Vaccine Iniziative che è la Fondazione Internazionale per la lotta alla malaria. La Bill & Melinda Gates Foundation ha già stanziato milioni di dollari per la lotta a questa terribile malattia ma purtroppo l’impegno di una fondazione privata non è sufficiente; bisogna che tutti gli stati mondiali si mettano d’impegno per risolvere al più presto questo problema.

La Bill & Melinda Gates Foundation, che Bill gestisce unitamente alla moglie Melinda e ad padre William Gates, aveva a settembre un patrimonio del valore di 24 miliardi di euro.

Bill Gates, 54 anni, che è ancora il presidente di Microsoft, ma ormai dedica tutto il suo tempo e le sue energie alla sua fondazione, ha concluso il suo intervento affermando che “a causa dei deficit di budget, c’è l’alto rischio che gli aiuti economici possano subire riduzioni”. Ed a proposito dell’Italia ha precisato che “l’Italia era uno dei paesi europei che donava di meno anche prima dei tagli del 50% voluti dal governo Berlusconi. Tagli che hanno reso il bel paese la nazione più tirchia tra i donatori europei”. Comunque sia a Bill viene facile fare queste esternazioni, quando secondo il giornale economico Forbes, nel 2009 lui era l’uomo più ricco del mondo con un patrimonio stimato in circa 28 miliardi di euro.

Valeria Panzeri