Windows 7, ecco i primi aggiornamenti che precedono l’Sp1

Il Service Pack 1 non è ancora in dirittura d’arrivo, ma nella notte di ieri Microsoft ha rilasciato una serie di mini-aggiornamenti per le versioni di Windows 7 e Windows server 2008. Niente che riguardi la sicurezza però. Si tratta di piccoli aggiustamenti che vanno a sistemare qualche problema sorto in questi sistemi operativi. Le storture si sono potute individuare grazie al servizio Error Reporting che permette di monitorare lo stato, e gli eventuali problemi, degli Os di casa Microsoft. Ecco alcuni dei grattacapi  risolti:

Malfunzionamento di alcune funzioni di tastiera come la calcolatrice o il “mute; icona di notifica scomparsa dopo l’aggiornamento dell’eseguibile di una applicazione; contrasto tra funzione di “sleep” e screensaver che costringe l’utente al riavvio del sistema; avvio di sistema lento causa uso di monitor ad alta definizione con impostazioni differenti dai 96dpi. Questi sono solo alcuni dei piccoli problemi a cui troveremo una risposta. I pacchetti update sono 4 per le versioni 32 e 64 bit di “sette” e server 2008. Tutti gli aggiornamenti saranno comunque inclusi nel futuro SP1.

Qualcuno potrebbe pensare che non si è fatto cenno a Windows Vista, ma si sbaglia. Proprio per quest ultimo Os è stato rilasciato l’aggiornamento di System Update Readiness Tool. Questo strumento permette una scannerizzazione una tantum del sistema al fine di localizzare eventuali problemi sia di aggiornamento sia di software installati. Chi opererà questo upgrade al proprio Vista, non avrà problemi per i successivi aggiornamenti. Il download di questo pacchetto è abbastanza dispendioso. oltre 100 Mb per Vista 32bit e quasi 150 Mb per la versione a 64 bit. Tool necessario anche per Windows 7 32 bit (32 Mb) e 64 bit (96 Mb).

Giuseppe Greco