Calcio, Coppa Italia: le pagelle di Milan-Udinese

L’Udinese ha ampiamente meritato il passaggio del turno, andando più volte vicina al raddoppio e surclassando il Milan sul piano fisico. La squadra rossonera, dal canto suo, si è resa pericolosa solo con 3 tiri dalla distanza.

MILAN:

Abbiati  6.5: dimostra di essere ancora da Milan sventando più volte i tentativi del tridente friulano. E’ ancora una sicurezza tra i pali.

Zambrotta voto 6: è ritornato da un infortunio e ha retto bene l’impatto sul lato fisico. Da segnalare nel secondo tempo una discesa sulla fascia destra conclusasi con un tiro cross ribattuto dalla difesa avversaria.

Bonera voto 6: non gioca mai nel Milan, per lui solo 2 presenze stagionali in altrettanti partite ma si dimostra attento. Si vede che gli mancano i 90 minuti nelle gambe.

Kaladze voto 5: non è lucido negli interventi, spesso goffi e in ritardo. Bonera da una parte e Antonini dall’altra devono compensare alcune sue sviste.

Antonini voto 5: inizia bene la partita, ha il derby nelle gambe ma non si vede. Purtroppo per lui lascia la lucidità negli spogliatoi e nel secondo tempo regala all’Udinese l’azione che porterà al goal di Inler.

Gattuso voto 6: sempre il solito mastino, tutto cuore e polmoni in mezzo al campo. Gioca nel ruolo classico di Pirlo ma sente la mancanza del fantasista bresciano.(70′ Verdi voto 6: il ragazzo è intraprendente, cerca di dare una scossa alla squadra ma è un pò acerbo. Forse gli farà comodo andare in prestito per farsi le ossa)

Flamini voto 5.5: si fa vedere del primo tempo per una bordata dalla distanza e per qualche passaggio verso i compagni. Una gara mediocre la sua.

Jankulovski voto 6.5: è il migliore dei suoi. Corre,crossa e va vicino al gol in occasioni: nel primo tempo dalla distanza e poi al 90/o con un diagonale che fa correre un brivido lungo la schiena di De Biasi.

Di Gennaro voto 4.5: impalpabile. Si fa vedere solo per un filtrante per Huntelaar a inizio ripresa e nulla di più. Forse l’aria di Livorno gli farà bene.( 52′ Pirlo voto 5.5: risente ancora delle fatiche del derby e non riesce a emergere con la sua classe sopraffina)

Huntelaar voto 4: vedendo questa partita si capisce perchè Leonardo lo lascia spesso in panchina. Praticamente inutile.(Borriello voto 5.5: a differenza del “Cacciatore” cerca di muoversi,di fare sponde. Sente moltissimo la mancanza del suo assist man di fiducia Ronaldinho)

Inzaghi voto 6: tiene sempre sull’attenti la difesa friulana, cerca di essere altruista a differenza della sua indole. Cerca in tutti i modi di far capire a Leonardo che non è un giocatore finito ma non è supportato dalla squadra.

UDINESE:

Handanovic voto 6: deve soltanto stare attento su due conclusioni dalla distanza. Per il resto, ordinaria amministrazione

Isla voto 6.5: reinventato terzino destro dimostra la sua intraprendenza sia in fase offensiva che in fase difensiva e nel finale sfiora il raddoppio.

Zapata voto 6: nel primo tempo toglie dalla testa di Floro Flores una clamorosa palla gol che poteva portare in vantaggio l’Udinese. Nel corso della partita non corre particolari rischi.

Coda voto 6.5: lucido in tutte le occasioni, marca molto bene Inzaghi e fa valere la sua prestanza fisica.

Pasquale voto 6.5: scende bene sulla fascia e difende bene. Nel primo tempo va anche vicino al goal con un tiro-cross.

D’Agostino voto 5.5: è il peggiore dei suoi. Non gioca come sa e spesso è impreciso. Forse risente delle voci di mercato che lo circondano.(70′ Lodi S.V.)

Sammarco voto 6.5: buona la partita dell’ex giocatore della Sampdoria sia in fase di impostazione che in fase di rottura.

Inler voto 7.5: partita splendida del centrocampista svizzero, praticamente il classico centrocampista moderno che sa far tutto. Ha il merito di segnare il goal-vittoria per la sua squadra.

Floro Flores voto 6: ha un paio di occasioni per sbloccare la partita di cui una clamorosa. Deve dimostrare di essere più freddo davanti alla porta(80′ Pepe S.V.).

Di natale voto 7: ha una classe immensa che abbina ad un’ottima rapidità di movimenti. Mette sempre in difficoltà la difesa rossonera.

Sanchez voto 7.5 : è una spina nel fianco per tutta la difesa rossonera. Sfrutta alla grande l’occasione concessagli da Antonini regalando a Inler l’assit per il goal-vittoria. Se lo chiamano “el nino maravilla” un motivo ci sarà.

Antonio Pellegrino