Calcio, Roma – Perrotta “Voglio chiudere la carriera a Roma”

Insieme a Taddei è probabilmente l’acquisto più importante per la Roma versione Ranieri. Sembrava perso, finito e dimenticato ed invece eccolo la, Simone Perrotta nato ad Ashton-under-Lyne (Contea di Manchester, Inghilterra) e cresciuto nelle giovanili della Reggina. Oggi ha 33 anni ed è uno dei leader incontrastati del centrocampo della Roma, tornato a grandi livelli dopo una sfortunata serie d’infortuni che lo aveva colpito sul finire della passata stagione e nel ritiro estivo di Riscone.

“A inizio stagione avevo problemi che non sapevo di avere: mi ero fatto male durante il ritiro a Riscone, poi sono andato a curarmi da una persona a me cara in Calabria ed ho risolto fortunatamente tutti i miei problemi”, spiega così il suo delicato inizio di stagione.

Tuttavia oggi Perrotta è diventato un perno fondamentale per la squadra di Ranieri che tra campionato e coppa è imbattuta da ben 16 incontri ed ha raggiunto il terzo posto in classifica dopo un galoppata iniziata la terza giornata del girone d’andata con la sofferta vittoria esterna per 2-1 sul campo del Siena “C’è umiltà e voglia di arrivare in fondo, vogliamo regalare al nostro pubblico delle grandi soddisfazioni. Tre mesi fa eravamo un gruppo da buttare, ora andiamoci piano e godiamoci il momento” afferma il giocatore.

Un cambio di rotta che porta inevitabilmente la firma del Mister testaccino che come si dice da queste parti “zitto zitto, piano piano” è riuscito a conquistare la squadra fino a farla diventare una corazzata “Sicuramente Ranieri ha più esperienza di Spalletti però sono entrambi ottimi tecnici. E’ cambiata la mentalità con Ranieri: ci dice ‘mettiamoci bene in campo perchè con il potenziale che abbiamo, un gol lo facciamo sempre”.

Infine sempre continuando la sua intervista ai microfoni di “1927” , contenitore giallorosso in onda tutti i giorni su Tele Radio Stereo Perrotta ha dichiarato di non aver nessuna intenzione di lasciare la Roma ma anzi di voler rinnovare il contratto “la volontà c’è ma queste cose si decidono in due. Ho ancora un anno di contratto ed è presto per parlare di un ulteriore prolungamento, tuttavia mi piacerebbe chiudere la carriera nella Roma”.

Simone Meloni