Ecco l’iPad, il tablet della Apple

La nuova “creatura” della Apple è stata svelata: si chiama iPad il tablet che il “guru” Steve Jobs, amministratore delegato dell’azienda, ha presentato tra gli applausi al Yerba Buena Center di San Francisco. Si tratta di un “personal device” spesso 1,2 centimetri, che pesa 680 chilogrammi e ha un display da 9,7 pollici multi-touch, l’accelerometro, la bussola, l’altoparlante, il microfono. Le versioni saranno tre: 16, 32 e 64 gigabyte. L’iPad unisce le funzioni di telefono, computer, lettore di musica, video, giornali, libri elettronici e console per videogiochi portatile. Inoltre, è compatibile con le applicazioni di iPod Touch e iPhone che, anche se pensate per schermi più piccoli, possono essere espanse fino a occupare tutta l’aerea visibile.

L’azienda californiana scommette molto su questa via di mezzo tra un cellulare, un computer e un iPod. «Tutti noi usiamo cellulari e computer portatili – si è chiesto Jobs – oggi la domanda è: c’è spazio per qualcosa nel mezzo (fra notebook e cellulari) per fare meglio cose come web browsing, email, etc ?». A quel punto ha estratto l’iPad: «Questo dispositivo – ha detto – è molto meglio di un portatile, molto meglio di un telefono. Potete rigirarlo come volete, per vedere l’intera pagina è fenomenale. Sottile, potete cambiare lo homescreen a tutto quello che volete. Quello che fa questa macchina è straordinario. Potete navigare il web ed è la migliore web experience che abbiate mai avuto».

Usarlo è semplice: la superficie dello schermo è multi-tattile, in grado cioè di interpretare i movimenti di uno o più dita simultaneamente. Toccandolo e spostando le icone e i comandi, l’iPad lancia applicazioni, riproduce contenuti multimediali, mostra testi e impaginati. Per scrivere è possibile digitare su una tastiera standard che appare sul display: per il momento non ne esiste una fisica bluetooth. L’iPad dispone di connettività 3G aperta, basata su Sim Gsm. Può accedere a Internet tramite WiFi e scambiare dati con altri apparecchi attraverso i bluetooth. «È spaventoso per vedere film e spettacoli televisivi, i computer portatili non gli sono migliori in niente», ha affermato Jobs mostrandolo durante la presentazione ufficiale. Seduto su una poltrona di pelle nera ha sfogliato pagine web, foto ed e-mail. Ha poi mostrato l’uso della tastiera virtuale, l’iTunes incorporato, la possibilità di vedere Youtube in alta definizione e una batteria dalle prestazioni di alto livello per un dispositivo così complesso: un mese in stand-by, dieci ore di uso continuo. Con il nuovo gadget hi-tech la Apple vuole inoltre fare concorrenza ai lettori di libri elettronici già in commercio: è prevista un’applicazione specifica, iBook, che prelude all’apertura di un iBook Store.

Il prezzo varia a seconda della potenza e della capacità di memoria dell’apparecchio: si va dai 499 agli 829 dollari. «L’iPad – spiega Apple – sarà disponibile da fine marzo in tutto il mondo a un prezzo consigliato di 499 dollari per la versione da 16 gigabyte, 599 dollari per quella da 32 gigabyte e di 699 dollari per quella da 64 gigabyte». I modelli WiFi 3g saranno disponibili a partire dal mese di aprile negli Stati Uniti e in alcuni altri Paesi a un prezzo consigliato di 629 dollari per la versione da 16 gigabyte, 729 dollari per quella da 32 gigabyte e di 829 dollari per quella da 64 gigabyte. Ancora da definire, invece, i prezzi in Europa e in Italia.

Maria Elena Tanca