Grande Fratello: è Nicola il nuovo Massimo?

A me nessuno mi alza la voce in faccia..“. In accento pugliese Nicola inveisce contro il solito Mauro che per l’ennesima volta scatena le ire degli inquilini; l’urlo della Puglia passa di mano e Nicola alza la testa per la prima volta.

I ragazzi sono in camera da letto, Maicol litiga come sempre con Giorgio urlando e sbraitando senza curarsi di alcuni coinquilini che cercano di dormire. La lite và avanti per qualche minuto fino a quando Mauro, questa volta giustamente infastidito, alza i toni e dal letto riprende Maicol che come una mina vagante cambia bersaglio e si sposta sul salumiere. Ma a bloccare la bagarre del trio veneto Giorgio, Maicol e Mauro sopraggiunge l’inaspettato Nicola, che si dirige verso Mauro minaccioso e fumante.

Si accende il dibattito e Nicola aggredisce agitando anche le mani, gesto che infastidisce Marin il quale come sempre risponde per le rime. Il nobile pugliese ad un certo punto si allontana dalla stanza e viene “soccorso” da Mara, che cerca di placarlo facendogli intendere di lasciar perdere. Ma Nicola esprimendosi in pugliese stretto fà capire di essere anche disposto a rinunciare al programma, ai soldi a tutto pur di poter sfogare le sue ire su Mauro anche usando le mani.

E’ quindi lui il nuovo mattatore della casa che raccoglie l’eredità di capo branco del più famoso Pit Bull? Anche il surfista/stilista di Latina accenna ad un impettimento da boss della casa, e si pone tra Mauro e Nicola attribuendo a tutti e due un’ eccessiva foga da tenere sotto controllo. I nuovi galli del pollaio cominciano a becchettarsi dopo che il gallo per eccellenza Massimo si è fatto squalificare a causa di una banale distrazione. Non crediamo però che Nicola abbia le caratteristiche adatte a prendere il “comando” della casa, anche perchè il reale comando ce l’ha Mauro, che con i suoi colpi di testa è sempre al centro della bufera. Mauro contro tutto e tutti, il borderline continua a tenere banco e a fare lo show che il pubblico a casa vuole vedere.

P.B.