Kate Hudson grida la sua rabbia

Kate Hudson per allontanare i tristi ricordi che la affliggono da dopo la conclusione della storia con l’ex compagno Alex Rodriguez, ha deciso di cercare di darsi alla pazza gioia, organizzando quanti più party possibile all’interno della sua splendida villa, situata nel prestigioso quartiere chiamato Pacific Palisades a Los Angeles.

Dato che gli amici della bella Kate fanno quasi tutti parte del mondo dello star system, negli ultimi tempi e precisamente da dicembre ad oggi, la sua abitazione è stata continuamente assediata da volti galattici del calibro di Kate Beckinsale, Tobey Maguire, Fergie e il marito Josh Duhamel, Liv Tyler, Jason Statham e molti altri ancora, i quali, tutti uniti dal desiderio comune di tirare su il morale a Miss Hudson, si sono resi sempre molto disponibili nei suoi confronti, appoggiandola e facendole capire che nonostante tutto non sarebbe rimasta sola mai.

I vari ricevimenti in questione si sono rivelati come un tripudio d’allegria e spensieratezza, anche se durante l’ultima festa un invitato, di cui non conosciamo il nome, ha ben pensato di accendersi una sigaretta sul divano, facendolo inavvertitamente incendiare. La reazione della povera Kate è stata pressoché isterica, infatti, urlante di rabbia si è messa a gridare contro lo sbadato ospite una cosa tipo: “Se tu avessi fumato fuori, come avevo chiesto a tutti, il mio divano non sarebbe irrimediabilmente rovinato!”. Dopo attimi di vero e proprio delirio però, la proprietaria di casa ha ristabilito la calma ed è persino riuscita a rifiutare il denaro offertogli dall’invitato per ricomprare il prezioso divano.

Sentendo storie del genere non possiamo che chiederci se simili atteggiamenti dipendano dalla rabbia per i molteplici fallimenti sentimentali a cui tutti i giorni le star vanno in contro, o se si tratti di semplici raptus generati dalla consapevolezza di potersi permettere di trattare chiunque a proprio piacimento… Calmati Kate che il mondo va avanti!

Alice Sommacal