La paura più grande di Mariastella Gelmini è il parto

Mariastella Gelmini, come è noto, è stato il primo ministro della Repubblica a pronunciare il fatidico “si” nel corso del suo incarico. Un matrimonio in cui, eleganza e perfezione sono stati gli ingredienti fondamentali, per una cerimonia avvenuta in grande segreto a Villa Ansaldi, sul lago di Garda, alla presenza del Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi e di un totale di 45 invitati.

Il celebre settimanale Chi, è stato il solo ad avere l’esclusiva di partecipare alle nozze del Ministro, che prima della cerimonia, si è sottoposta ad una confidenziale intervista con i giornalisti del suddetto settimanale. L’intera intervista, in realtà, più che sul suo matrimonio in corso, si è basata su un grande timore della Gelmini, legato alla sua gravidanza ormai in evidente stato avanzato.

In merito a ciò, Mariastella Gelmini ha confessato: “Emozionata? Trepidante? A dire la verità sono più preoccupata per il parto che avverrà solo tra due mesi. Il giorno della nascita di Emma (questo è il nome che Mariastella e il marito avrebbero scelto per la loro figlia, ndA) si avvicina e con tutti i racconti drammatici che mi fanno, penso ogni sera a quel momento… E non sono tranquilla”.

Con queste parole, il ministro ha così confessato la sua preoccupazione circa il parto che l’attende, a causa dei racconti poco rassicuranti delle sue amiche.

“Tutti cercano di tranquillizzarmi, ma a ogni racconto la mia paura aumenta”, ha proseguito il ministro dell’Istruzione, che partorirà a Roma e vivrà con il neo marito, l’imprenditore immobiliare, Giorgio Patelli, già padre di Rachele, una bambina di 12 anni.

I due sposini, vivranno invece tra Salò e la Capitale, dove stanno cercando una casa più grande in grado di ospitare la loro famiglia che, con la nascita di Emma si allargherà ulteriormente, e di tanto in tanto anche Rachele, che però vive normalmente con la madre.

Emanuela Longo