Puglia: Berlusconi, vinciamo anche da soli

Dal Consiglio dei Ministri di Reggio Calabria Silvio Berlusconi è nuovamente intervenuto in merito al dibattito, interno al centrodestra, su chi dovrà rappresentare la coalizione contro Vendola alle elezioni regionali in Puglia di marzo, dopo che Adriana Poli Bortone è rifiutata di “fare un passo indietro”, come proposto proprio dal premier ieri sera.

“Abbiamo già un candidato, – ha detto Berlusconi – che ha risposto tra l’altro da gentiluomo vero all’appello che ieri ho lanciato facendo seguito a pressioni che venivano dal territorio. Andremo avanti e vinceremo tranquillamente“.
“Io non mi faccio incantare da nessuno. – ha aggiunto a proposito delle alleanze – La verità è che per quanto ci riguarda siamo sicuri della nostra forza, delle nostre ragioni, dei nostri programmi, degli uomini che mettiamo in campo. Sono assolutamente fiducioso, anche per i numeri degli ultimissimi sondaggi, che potremmo andare anche da soli ovunque. Quando un candidato, come accaduto in Calabria, ritenesse di poter avere vantaggi dalla cooperazione degli uomini dell’Udc lasceremo ai singoli candidati la possibilità di valutare”.

Il Popolo delle Libertà pugliese, intanto, cerca di seminare ottimismo, convergendo con forza sulla candidatura di Rocco Palese, uomo di fiducia di Raffaele Fitto.
“E’ l’incredibile entusiasmo della gente – ha detto il sindaco pidiellino di Lecce, Paolo Perrone – che stiamo registrando in queste ore il primo formidabile carburante della candidatura di Rocco Palese a presidente della Regione Puglia”.

Ma tutto il centrodestra è consapevole che se si dovesse arrivare al giorno delle elezioni con una situazione “tripolare”, con la Poli Bortone e Rocco Palese a correre contro Nichi Vendola, il centrosinistra potrebbe vincere con ampio margine.
Secondo l’ultimo sondaggio de “Il Clandestino”, infatti, Vendola otterrebbe il 42%, Palese il 39% e Adriana Poli Bortone il 19%. Il sondaggio, tuttavia, rivela anche un consistente 22%  di indecisi.

L’altro elemento interessante riguarda il rapporto fra i dati dei singoli candidati e quelli delle coalizioni; Vendola ottiene gli stessi voti delle liste che lo sostengono, mentre Adriana Poli Bortone il 3,5% di quanto farebbero registrare insieme il Movimento Io Sud e l’Udc.
Situazione opposta, invece, per Rocco Palese che, a dimostrazione della forte credibilità che la Poli Bortone ha anche fra gli elettori del PdL, otterrebbe il 3,5% delle liste che lo sosterranno.

Mattia Nesti