USA: discorso di inizio anno del Presidente Barack Obama

Disoccupati in fila durante la Grande Depressione del 1929

Il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha detto nel suo primo State of the Union Address – il tradizionale discorso che ogni presidente fa all’inizio dell’anno al Congresso – che creare nuovi posti di lavoro deve essere l’obiettivo numero uno della nazione.

Obama ha ammesso che gli Americani “stanno soffrendo” e che la promessa di cambiamento dopo la sua elezione non è ancora stata mantenuta.
Ha difeso il suo impegno per una riforma della Sanità e le politiche per il salvataggio delle banche, ma ha detto che dal 2011 ci sarà un forte taglio alle spese, per ridurre il debito pubblico.
Il governatore della Virginia ha detto che il governo federale sta “semplicemente provando a fare troppe cose”.

Obama ha aperto la sua relazione dicendo che gli Stati Uniti devono “rispondere alla chiamata della Storia“.
Sul tema dell’occupazione, Obama ha detto: “La gente è senza lavoro. Sta soffrendo. Ha bisogno del nostro aiuto. E io voglio una proposta di legge per il  lavoro sulla mia scrivania, e senza indugio. Questo deve esere l’obiettivo numero uno nel 2010″.

Per quanto riguarda la situazione dell’economia, Obama ha detto che si è insediato alla Casa Bianca un anno fa, “con due guerre in corso, un’economia scossa da una profonda recessione, il sistema finanziario sull’orlo del collasso e un governo con un forte indebitamento“.
“La devastazione perdura; un cittadino su 10 non riesce ancora a trovare lavoro. Molte imprese hanno chiuso i battenti. Il valore degli immobili è sceso. Le cittadine e le comunità rurali sono state colpite in modo particolarmente violento dalla crisi. Per coloro che già conoscevano la povertà, la vita è diventata ancora più dura“, ha proseguito Obama.

“Conosco le ansie che ci sono in questo momento. Non sono nuove. Sono la ragione per la quale mi sono candidato alla presidenza“.
Ha detto inoltre che insisterà su un progetto di legge per il lavoro. “La Camera dei Deputati ne ha già approvato uno… come prima cosa da fare quest’anno, esorto il Senato a fare altrettanto”.

Obama ha difeso il controverso salvataggio delle banche, dicendo che era necessario per non far crollare l’intera economia degli Stati Uniti.
“Durante la mia campagna elettorale ho promesso che non avrei fatto solo ciò che era popolare – avrei fatto ciò che era necessario”.

Ivan Rocchi