Airc nelle piazze con le arance della salute

L’Airc torna in duemila piazze italiane, sabato 30 gennaio 2010, con le arance della salute. Ovviamente il ricavato servirà a finanziare i progetti sostenuti all’associazione a favore della ricerca sul cancro.
Questa è l’edizione numero ventuno dell’iniziativa, da 16 anni sostenuta dalla Regione Sicilia.

La vendita delle arance, oltre a procurare il giusto sostentamento all’Airc, vuole essere un segnale forte. Una corretta alimentazione è molto importante, vitale in alcuni casi; basti pensare che circa il 30 % dei tumori è legato a cattive abitudini alimentari.
Le arance rappresentano oltretutto un alimento eccezionale. Come riporta il stio web dell’Airc, “è ormai noto a tutti che le arance racchiudono un grande patrimonio di antiossidanti. Sono ricche, innanzitutto, di vitamina C che sembra avere un ruolo anche nel rafforzare le difese immunitarie. Questa preziosa vitamina, inoltre, protegge il sistema cardiovascolare e ha proprietà antinfiammatorie. In particolare l’arancia rossa di Sicilia contiene circa il 40 per cento in più di vitamina C rispetto agli altri agrumi e contiene gli antociani, pigmenti naturali dagli straordinari poteri antiossidanti. È quindi la più adatta nella prevenzione oncologica. L’arancia fresca è ricca anche di vitamine A, B e PP e di flavonone, l’elemento maggiormente protettivo soprattutto nei confronti del tumore allo stomaco.
Ma qual è il segreto delle ‘rosse’ di Sicilia? La terra, il sole e la passione. Frutto dell’incontro tra uno straordinario microclima e la fertile terra vulcanica, questo frutto è caratterizzato anche dall’IGP – Indicazione geografica protetta, che coinvolge un territorio di 32 comuni, distribuiti tra le province di Catania, Siracusa ed Enna.
La caratteristica colorazione brillante della polpa, del succo e della buccia la rende facilmente riconoscibile e ben dimostra le sue qualità protettive per la salute. Le varietà Moro e Tarocco sono coltivate in aziende agricole che applicano sistemi colturali a basso impatto ambientale in cui l’uso di concimi, antiparassitari ed erbicidi è ridotto al minimo, mentre sono impiegate preferibilmente sostanze di origine naturale per la nutrizione delle piante e la difesa dai parassiti.
I frutti appena colti e privi di residui chimici sono semplicemente lavati con acqua potabile, spazzolati e asciugati. Non sono impiegati né conservanti né prodotti cosmetici. E soprattutto il loro viaggio verso le piazze di tutta Italia inizia subito”.

Quattro milioni di euro l’obiettivo posto dai volontari. Il contributo minimo associativo richiesto è di 9 euro e, in omaggio, una reticella rossa contenente 3 kg di arance siciliane, contrassegnate dal marchio Airc.
Sul sito internet www.arancedellasalute.com maggiori informazioni e la possibilità di trovare la piazza a noi più vicina, funzione disponibile anche tramite il numero verde 840 001 001.
Un’occasione di solidarietà da non perdere.

Valeria Panzeri