Basket, Eurolega: Siena piega il Maccabi, ma che fatica

L’Italia e l’Europa: due mondi, cestisticamente parlando, assai diversi. Per averne la prova, chiedere al Montepaschi Siena: la formazione dominatrice del nostro campionato, imbattuta tra regular season e playoff di Serie A da ben 35 partite, in Eurolega continua a trovare decisamente più ostacoli lungo la strada verso l’affermazione a livello internazionale.
Nella prima giornata delle Top 16, seconda fase a gironi del torneo continentale, i campioni d’Italia di coach Pianigiani superano non con pochi patemi gli ostici israeliani del Maccabi Tel Aviv, piegati col punteggio finale di 76-72 al termine di una contesa appassionante.

Al PalaMensSana, i biancoverdi – trascinati dagli ottimi Hawkins e Domercant, rispettivamente autori di 17 e 16 punti – pur avendo condotto le redini del punteggio sin dalla prima frazione, non sono mai riusciti a scrollarsi di dosso l’ombra del Maccabi, compagine agguerrita e tenace come poche. Tra gli ospiti, è stato uno scatenato Alan Anderson a tenere gli israeliani in partita fino agli ultimi secondi, concludendo l’incontro con un bottino personale di 24 punti.
Siena conquista così la prima vittoria nel girone F, agganciando il Real Madrid a quota 2 punti, ma la strada verso i quarti di finale – obiettivo minimo già raggiunto la scorsa stagione – e tantomeno quella verso le Final Four di Parigi restano irte di pericoli. L’Eurolega non sarà una passeggiata come il nostro piccolo campionato, ma in casa Montepaschi tutti ne sono ben consapevoli.

Tra gli altri risultati arrivati nella serata di ieri, spicca l’affermazione esterna dell’Olympiacos sul campo del Caja Laboral Vitoria col punteggio di 85-89. I greci – trascinati da una delle loro numerose stelle, l’ex-NBA Josh Childress – si confermano così una delle formazioni più accreditate per la vittoria finale della manifestazione.
Rosa di candidate al titolo di campione d’Europa che comprende ovviamente anche il Barcellona. I blaugrana hanno però faticato ben più del previsto per battere il Maroussi Atene, “cenerentola” del girone arrivata in Catalogna con la volontà di dare filo da torcere ai più quotati avversari. Il Barça vince 79-69, ma ai greci di coach Bartzokas va comunque un convinto applauso per non aver mai mollato e per la ferma volontà di dimostrare di non essere la squadra materasso del girone E.

A completare il quadro dei risultati, due nette affermazioni casalinghe: nel gruppo G, i polacchi del Prokom superano in scioltezza (89-65) i lituani dello Zalgiris Kaunas, mentre nel girone H il Khimki Mosca – guidato sempre sapientemente dal tecnico italiano Sergio Scariolo – sconfigge 83-70 il Cibona Zagabria.
La prossima settimana – tra mercoledì 3 e giovedì 4 febbraio – si tornerà in campo per la seconda giornata: il Montepaschi Siena sbarcherà in Turchia per fare visita all’Efes Pilsen Istanbul, trasferta non delle più agevoli che però, in caso di esito positivo, spalancherebbe a Pianigiani e ai suoi uomini una prima importante porta verso la qualificazione.

Daniele Ciprari