Bologna: è Giancarlo Mazzucca il candidato sindaco per il Pdl

Giancarlo Mazzucca, candidato sindaco di Bologna sostenuto dal Pdl

Il “ciclone” Delbono continua a soffiare con violenza sulla città di Bologna e a portare scompigio tra le nomenclature. L’incidente giudiziario che ha costretto il sindaco alle dimissioni, sta accellerando i fisiologici tempi di organizzazione e spingendo i partiti a scelte repentine e decise in vista dell’Election Day.

In questa corsa forsennata contro il tempo, il primo a “qualificarsi” è il Pdl che, a nemmeno 24 ore di distanza dalla “capitolazione” di Delbono e dal suo allontanemento da Palazzo D’Accursio, ha già ufficializzato il nome del candidato sindaco sostenuto dal partito: Giancarlo Mazzucca.

L’aspirante governatore dell’Emilia Romagna dovrà, dunque, circoscrivere i suoi “sogni di gloria” alla sola città di Bologna, per tentare di succedere al sindaco dimissionario, segnado così l’avvio di una nuova stagione politica. “Ho deciso  di accettare – ha spiegato in una nota Mazzucca – per cercare di dare una risposta immediata e sollecita alla situazione di stallo in cui vive la città dopo le dimissioni di Flavio Delbono”.

“Accetto la designazione – ha scritto ancora – con spirito di servizio e per l’affetto verso la città in cui vivo da anni perché credo che, in questo momento molto difficile e delicato, tutti debbano cercare di impegnarsi in prima persona  per ridare anima e slancio a una città che sta ripiegando sempre più su stessa. Un impegno molto gravoso – ha continuato il candidato sindaco – che richiederà la collaborazione fattiva  di tutti coloro che crederanno nel mio progetto”.

“Da settimane – ha aggiunto Mazzucca – ero già impegnato nella campagna elettorale per le Regionali come candidato presidente e, a malincuore, rinuncio ora a questa sfida che consideravo e considero particolarmente stimolante: lo faccio per l’amore di Bologna“.

“Ringrazio i vertici del Pdl – ha proseguito – per l’ ulteriore attestato di  fiducia che mi hanno dimostrato. Ringrazio anche tutti coloro che mi stavano aiutando nella mia corsa alle Regionali, a cominciare dagli amici della Lega, che hanno dimostrato di credere moltissimo nella mia candidatura,  e di coloro, bolognesi e romagnoli in primis, che mi hanno già dato prova di simpatia e di affetto. Spero – ha concluso il deputato del Pdl – di aver fatto la cosa giusta“.

Maria Saporito