Calcio, Juventus-Blanc: “Zaccheroni garantisce esperienza”

Ecco le parole di Jean Claude Blanc alla presentazione di Alberto Zaccheroni, neo-allenatore della Juventus al posto dell’esonerato Ciro Ferrara, in diretta da Vinovo: “Siamo qui per presentare il nuovo allenatore della Juventus Alberto Zaccheroni, ma prima lasciatemi ringraziare Ciro Ferrara. Un uomo che stimo molto sia dal punto di vista professionale che umano. Ma il calcio è crudele e ti porta a fare scelte dolorose. Farà sempre parte di questa società e valuteremo con serenità nelle prossime settimane il modo in cui proseguire il nostro cammino insieme. Lui sa che questa è casa sua. La scelta di Zacchroni è una scelta condivisa da tutta la struttura sportiva, dalla società, dal cda e ovviamente dalla proprietà. Ci garantisce esperienza ai massimi livelli con grandi squadre. Ed è l’esperienza necessaria per questo momento difficile che sta vivendo questa squadra.

Quando è maturata la scelta di esonerare Ferrara: in queste ultime ore oppure qualche tempo fa?
“L’eliminazione dalla coppa Italia è stata determinante. Per 2 mesi abbiamo avuto difficoltà sportive e abbiamo usato grandissima attenzione. Un mese fa ho chiesto a Roberto Bettega di ritornare alla Juventus non soltanto per un lavoro a lungo termine, ma anche per risolvere questo problema. Insieme abbiamo aspettato un altro mese sperando che la situazione si ribaltasse e che la Juventus si riprendesse. Però, di fronte agli ultimi risultati poco convincenti, essendo persone concrete dopo ieri sera abbiamo deciso di dare una scossa forte all’ambiente”.
Non si ricorda a memoria un doppio cambio di allenatore alla Juventus e risultati così negativi: sente qualche responsabilità sua. Ha mai pensato alle dimissioni?
“No, non ci ho mai pensato. La responsabilità non è di un uomo solo o di uno staff tecnico. E’ di tutta la catena. E’ tutta la catena che fa errori, compresi i giocatori. Loro scendono in campo e devono fare i risultati. Il calcio non ti permette di cambiare 25 giocatori per dare la scossa e invertire la rotta. Puoi dare la scossa soltanto cambiando lo staff. La colpa non è soltanto di a una persona o dello staff. Ovviamente in questi giorni abbiamo messo i giocatori di fronte alle loro responsabilità e abbiamo spinto molto su questo. Devono dare molto di più dal punto di vista dell’atteggiamento. Sia in campo che fuori dal campo. Questo è molto importante. Abbiamo metà stagione per cambiare le cose e abbiamo la qualità necessaria per uscirne.
Come commenta le dichiarazioni di Benitez: “Orgoglioso per l’interesse Juve”?
“Oggi presentiamo il nuovo allenatore. Non voglio commentare altre voci”.

Andrea Bonino