Documenti storici su E-bay. Arrestato pensionato di Trapani

Il compositore Gioacchino Rossini

Una mole significativa di documenti di elevato valore storico e artistico, riconducibili ad un arco di tempo che va dal ‘500 al ‘900. Quando i carabinieri del Nucleo di tutela culturale di Palermo e quelli della provincia di Trapani hanno dato il via alle operazioni di perquisizione presso la casa di un pensionato di Trapani stamattina, si sono imbattuti in questo insolito “bottino”.

Tra i documenti sequestrati – oltre 1400 – anche una lettera del compositore Gioacchino Rossini, con tanto di foto nella quale appariva a bella vista il timbro della biblioteca comunale di Palermo. Tanto quanto basta per insospettire le forze dell’orine e autorizzare un loro pronto intervento. L’uomo si dedicava alla vendita sul web dei documenti, nel tentativo di conquistare l’attenzione di qualche cultore del genere sul noto sito di compravendita online: e-bay.

Insieme alla lettera di Rossini, che con ogni probabilità può ritenersi autentica, i carabinieri hanno trovato numerosi carteggi di corrispondenza di natura amministrativa, contabile e giudiziaria, proveniente in buona parte da tribunali e indirizzati alle varie amministrazioni locali. Tra gli argomenti trattati: l’istruzione, i lavori pubblici, la viabilità, la pirateria e la navigazione. Un repertorio storico- artistico di grande rilevanza che l’uomo aveva nel tempo sottratto agli archivi delle bilioteche da lui consultati e di cui adesso le forze dell’ordine hanno disposto la restituzione presso gli enti competenti.

Maria Saporito