Alfano: proteste della magistratura irragionevoli, si alimenta lo scontro

 

Il Ministro di Giustizia Angelino Alfano ha avuto molto da ridire sulle proteste dei magistrati.

La protesta è stata effettivamente molto dura nei confronti del rappresentate del governo, al momento della sua parola molti magistrati hanno lasciato l’aula in segno di protesta contro le iniziative del governo in ambito di Giustizia.

 Il Guardasigilli quindi ha parlato di proteste irragionevoli da parte della magistratura ma soprattutto commenta “ non si può criticare e basta” . La risposta da parte della Anm non si è fatta aspettare supportando ancora la protesta e mettendo alla luce quanto la manifestazione sia stata fatta in tutte le città d’Italia come Torino,Roma, Napoli.Lanciando al governo un segno di forte disagio della magistratura, ma questo comportamento sicuramente alimenta lo scontro istituzionale.

Ci sono però alcune spaccature al interno della stessa Anm alcune toghe “moderate” hanno respinto i comportamenti dei vertici. Per tanto anche il Guardasigilli Alfano non è molto disposto a collaborare per risolvere il conflitto affermando “ le critiche oltre ad essere inutili non sono nemmeno credibili” e ha invitato la maggior parte dei magistrati a prendere esempio dal Presidente della Corte D’Appello Cazio che ha saputo criticare i provvedimenti del governo non in modo politico bensì squisitamente tecnico

Marco Farci