Calcio, Napoli-Genoa – Presentazione gara

Il secondo anticipo delle 22esima giornata del massimo campionato di calcio italiano vede una sfida di grande richiamo al San Paolo. I padroni di casa del Napoli ospitano il Genoa, queste le probabili formazioni:

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Grava; Maggio, Gargano, Cigarini, Aronica; Quagliarella, Hamsik; Denis.                                       A disposizione: Iezzo, Insigne, Rinaudo, Dossena, Zuniga, Rullo, Maiello, Bogliacino. All.: Mazzarri
Squalificati: Pazienza (1)
Indisponibili: Santacroce, Lavezz, Hoffer

Genoa (3-4-3): Amelia; Biava, Dainelli, Bocchetti; Rossi, Milanetto, Juric, Criscito; Palacio, Suazo, Mesto.
A disposizione: Scarpi, Tomovic, Moretti, Papasthatopoulos, Zapater, Sculli, Palladino, Jankovic. All.: Gasperini.
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Kharja

Il Napoli recupera il suo bomber Fabio Quagliarella ma è ancora costretto a far a meno di Lavezzi, Hoffer e Santacroce oltre che dello squalificato Pazienza. Difesa a 3 per Mazzarri con Cannavaro nel ruolo di libero affiancato da Grava e Campagnaro.

A centrocampo Cigarini reduce dalla buona prova di Livorno, coronata anche dal gol su punizione, sostituisce Pazienza mentre restano confermati Maggio (anch’esso reduce dall’eurogol dell’Ardenza) Aronica e Gargano. In avanti Denis, Quagliarella e Hamsik.

Gasperini recupera dopo tempo immemore Bosko Jankovic, inizialmente panchina per il giocatore serbo.

Difesa a tre per il Grifone con Biava, Dainelli e Bocchetti chiamati ad arginare le folate offensive del pericoloso tridente partenopeo. Centrocampo compatto con Rossi, Milanetto, Juric e Criscito che hanno il compito di interdire, far ripartire il gioco e rifornire il trio offensivo formato da Palacio, Suazo e Mesto.

Per i partenopei il Genoa rappresenta un vero e proprio tabù. Il Napoli non si impone sui Liguri dalla stagione 2001-2002 in Serie B (2-1 in rimonta) mentre la vittoria in Serie A manca addirittura dal 1994 (finì 1-0 con la rete di Rincon) ben 16 anni fa. Lo scorso anno i Grifoni s’imposero per 1-0 grazie alla marcatura di Bosko Jankovic, mentre la gara d’andata di quest’anno, terminta sempre con la vittoria del Genoa per 3-2 a Marassi è stata caratterizzata da clamorosi errori arbitrali ai danni del Napoli.

Al San Paolo si vedrà sicuramente una gara aperta che può dare la possibilità al Napoli di continuare la sua corsa verso la Champions League ed al Genoa di rilanciare definitivamente le proprie quotazioni europee.

Simone Meloni