Calciomercato, Fiorentina: un attaccante a tutti i costi

Giuseppe Rossi, ora al Villareal

La sospensione di Mutu ha aperto una voragine nel parco attaccanti della Fiorentina. È una corsa contro il tempo per provare a colmare il vuoto, lasciando allo stesso tempo la squadra altamente competitiva. Compito arduo per Corvino e Della Valle, poiché è davvero impensabile riuscire a trovare un sostituto con lo stesso tasso tecnico del calciatore rumeno alle ultime battute del calciomercato. Come puntualizza lo stesso presidente Della Valle: “i giocatori bravi come Adrian le squadre italiane non li danno, per questo non sono molto fiducioso”.

Sorridendo, poi il presidente aggiunge: “più che Corvino ci vorrebbe il Mago Silvan. Come a sottolineare che la situazione della Fiorentina è davvero disperata. Fortunatamente, se così si può dire, la notizia della positività di Mutu al test antidoping è giunta in un momento in cui è ancora aperta la finestra di mercato e è possibile fare operazioni. Appena una settimana dopo e l’effetto sarebbe stato catastrofico poiché un giocatore in meno, nell’ottica di una stagione con tre competizioni quali campionato, semifinali di Coppa Italia e Champions League, avrebbe significato un sicuro declino della formazione viola che non ha in casa giocatori all’altezza per sostituire il fantasista rumeno.

Il mercato è quindi definitivamente riaperto. Un attaccante è indispensabile. Jovetic e Gilardino non possono reggere da soli il peso dell’attacco gigliato, anche perché la fantasia dell’uno e la concretezza dell’altro, senza i giusti ricambi non avrebbero continuità. Ci sarebbero Santana e Babacar, ma mentre il primo giocherebbe fuori posizione, il secondo è troppo giovane, 17 anni da compiere, per essere gettato subito nella mischia e quindi non è affidabile poiché potrebbe risentire delle pressioni.

Il nome che quest’oggi ha scosso il mercato è stato quello di Francesco Tavano. Tuttavia il Livorno non sembra intenzionato a privarsi della sua punta di diamante, se non attraverso una cessione definitiva monetizzando al massimo il trasferimento per poi poter reinvestire il denaro su altri obiettivi. Il presidente Spinelli ha categoricamente escluso la possibilità di un prestito.

Invece la Fiorentina è proprio alla ricerca di un trasferimento a titolo temporaneo poiché, dopo gli acquisti di Felipe, Ljajic e Bolatti, le casse viola sono vuote e quindi è necessario trovare una soluzione non troppo esosa.

Gli altri nomi caldi in questo momento sono quelli di Ryan Babel, 23enne del Liverpool, di Giuseppe Rossi del Villareal e di Tommaso Rocchi della Lazio. Tentativo alquanto velleitario il primo, in quanto anche il Liverpool non è disponibile al prestito, mentre la seconda opzione è la più percorribile. La terza possibilità è di difficile attuazione poiché non è mai semplice aprire e portare a termine una trattativa con Lotito.

L’acquisto, avvenuto nelle ultime ore, del giovane Haris Seferovic, svizzero classe ’92, non sembra essere legato alla sostituzione di Mutu, ma si tratta semplicemente di un altro colpo in prospettiva messo a segno dall’abile Pantaleo Corvino.

Sicuramente ci saranno altre novità nelle prossime ore, il mercato è in fermento e staremo a vedere cosa accadrà.

Emanuele Ballacci