Il sabato di Amici (2): gli sbagli di Elena

C’è ancora spazio per le critiche ad Enrico, tanto che ci chiediamo se ci sarà tempo per gli altri. “Sei uno sbruffone, fai solo brutte figure!”, la signora che parla cita l’episodio della realizzazione della pigotta, occasione in cui il cantante avrebbe esagerato nel gonfiare alcuni particolari anatomici. Mah, queste critiche sembrano buttate un po’ a caso.

Finalmente si passa oltre. Elena balla con Kledi AYO Technology. La brava ballerina si rifà dell’esibizione poco brillante di domenica scorsa, il pubblico applaude convinto.

La prima critica è sul suo non voler fare le coreografie di Marco Garofalo, in quanto un ballerino deve essere pronto a fare qualunque cosa, soprattutto ciò che non piace. Lei dice di sentirsi molto versatile, ma ora che è al serale si sente libera di scegliere quelle che preferisce, quando non potrà scegliere farà anche quelle.

Arriva la critica di uno ‘storico’ del pubblico parlante, Alessandro:  “A me piacciono le coreografie di Garofalo, dovresti ballarle”. Il ragazzo fa i complimenti alla bellezza di Elena e critica il fatto che domenica si sia fermata durante l’esecuzione del passo a due di Steve (ballando ancora peggio nella ripetizione della coreografia). Lei dice di sapere benissimo di avere sbagliato, ma di non essersi sentita a suo agio. Il ragazzo è comunque un fan di Elena e le fa i complimenti.

Si passa ad una signora che le chiede quanto si faccia influenzare dall’essere fidanzata con il ‘super-pigotto’. Maria che nel frattempo si è fatta spiegare l’episodio, chiede che non si parli in questi termini di Enrico in un programma pomeridiano. Elena non crede di essere limitata o di ballare peggio, la signora la vede condizionata, lei precisa che i problemi con Garofalo sono antecedenti al fidanzamento con Enrico. Le si ricorda, comunque, che se è ultima in classifica un motivo ci sarà.