Messico: commando sequestra commerciante italiano

Playa del Carmen, in Messico

La Farnesina ha confermato che, quest’oggi in Messico, un commando armato ha rapito Daniele Natali, facendo irruzione nel suo negozio. Luogo del sequestro è la lussuosa e prestigiosa località di Playa del Carmen, nello stato di Quintana Roo, dove risiede una delle più grandi comunità italiane della nazione messicana.

A quanto si apprende, gli sconosciuti rapitori sarebbero arrivati su due fuoristrada e un’utilitaria e avrebbero letteralmente preso e portato via il commerciante italiano dal suo negozio di auto usate. I familiari che risiedono in Italia, precisamente a Verona, sono stati prontamente avvisati dalle autorità italiane circa l’accaduto. L’Unità di Crisi del Ministero degli Esteri ha perciò prontamente attivato un filo diretto con l’ambasciata messicana e le autorità locali.

Secondo “Por Esto” e “Diario Respuesta”, quotidiani messicani a diffusione regionale, ci sarebbe una spiegazione per il rapimento. Il commerciante, sposato con una ragazza messicana di 18 anni, sarebbe attualmente in affari con Roberto Gomez Cruz, detto “Sinaloa”, sospettato di traffico illecito di auto rubate.  C’è la sensazione che Natali possa essere coinvolto in qualche attività criminale troppo grande per lui. Infatti, il modus operandi dei rapitori è piuttosto inusuale: tre auto potenti e di grossa cilindrata, una per l’ostaggio e due di scorta, una banda di numerosi uomini armati e un’azione mirata e realizzata alla perfezione. Probabilmente i mandanti di questo sequestro sono da ricercarsi in associazioni criminali messicane di grosso calibro.

Il clima di tensione e l’improvvisa escalation di crimini e violenze nella piccola cittadina balneare sulla costa dello Yucatan, ha spinto un gruppo di negozianti, fabbricanti e professionisti locali a lanciare un appello pubblico alle autorità locali. “Abbiamo molta paura che questa gente ci faccia del male, abbiamo bisogno che le autorità restituiscano la tranquillità alle nostre famiglie, e se è necessario militarizzare Playa del Carmen non ci importa, un prezzo comunque dovremo pagare per vivere come vivevamo prima”.

Sembra che l’azione non sia stata rivendicata, tuttavia le indagini sono in corso e verranno pubblicati aggiornamenti appena possibile.

Emanuele Ballacci