Calcio, Milan-Livorno: Nesta e Pirlo out, dentro Zambrotta e Seedorf

Clarence Seedorf

Il Milan prepara il riscatto dopo il derby e la sconfitta in Coppa Italia. L’avversario adesso si chiama Livorno. Un momento delicato per gli amaranto che, dopo la questione dimissioni-e-ritorno di Cosmi, cercano l’impresa contro la compagine rossonera.

Esposito dal Genoa e Di Gennaro dal Milan sono stati i colpi messi a segno da Spinelli nel mercato invernale. Un difensore e un centrocampista, innesti che potrebbero dare importanti miglioramenti alla formazione livornese, orfana del talentuoso Candreva, venduto alla Juventus.
La società di via Turati si è invece “accontentata” del ritorno di Beckham e dell’acquisto di Adiyiah, attualmente impegnato in Coppa d’Africa con la nazionale ghanese.

Per la sfida di domenica il Milan deve rinunciare a Nesta, che accusa ancora qualche problema e non verrà rischiato in vista della sfida con il Manchester, e a Pirlo, fermo ai box per un piccolo fastidio muscolare. Ai due infortunati si aggiunge Pato che sarà disponibile al 100% in Champions League. Favalli sostituirà Nesta, mentre l’inserimento di Zambrotta concederà ad Antonini di tirare il fiato. Il vuoto lasciato dall’assenza del numero 21 rossonero, sarà colmato dalla presenza dal primo minuto di Clarence Seedorf.

La compagine allenata da Serse Cosmi, assenti il portiere De Lucia e il centrocampista Mozart per squalifica, verranno rimpiazzati da Benussi e Moro. I maggiori dubbi riguardano l’attacco: in 4 sono in lotta per 2 posti. Lucarelli, Danilevicius, Tavano e Bellucci si contenderanno i due posti disponibili nell’attacco titolari nel 3-5-2 di Cosmi.

Dunque le probabili formazioni della vigilia vedono in campo:

Milan (4-2-3-1): Dida; Abate, Thiago Silva, Favalli, Zambrotta; Gattuso, Ambrosini; Seedorf, Beckham, Ronaldinho; Borriello. In panchina: Abbiati, Kaladze, Antonini, Jankulovski, Flamini, Inzaghi, Huntelaar. All. Leonardo

Livorno (3-5-1-1): Benussi; Perticone, Rivas, Knezevic; Raimondi, Pulzetti, Moro, Filippini, Bergvold; Tavano; Lucarelli. In panchina: Bardi, Diniz, Marchini, Pieri, Bernardini, Bellucci, Danilevicius. All. Cosmi

L’ultima partita vinta a San Siro dal Livorno risale alla stagione 1941-42, quando la formazione amaranto si impose per 0-2. L’ultimo confronto, avvenuto il 13 febbraio 2008, invece è finito in pareggio, 1-1 con gol di Pulzetti e Pirlo. Il bilancio vede un totale di 33 confronti diretti, in cui il Milan si è imposto 14 volte contro le 7 vittorie del Livorno. Il segno X è apparso in 12 circostante.

Leonardo crede ancora fortissimamente nello Scudetto: “Noi abbiamo il dovere di controbattere all’Inter colpo su colpo – spiega il tecnico rossonero, con uno sguardo sempre rivolto al futuro – È chiaro che sono forti sono in testa alla classifica, ma c’è tutto un girone di ritorno da giocare e per noi una partita in più da recuperare. Questo è il nostro obiettivo. Detto questo abbiamo una partita, quella di domani, per poter tornare ai tre punti”.

La sfida tra Milan e Livorno sarà sicuramente interessante, c’è grande voglia di fare bene da entrambe le parti. Vediamo chi la spunterà.

Emanuele Ballacci