Il Sundance del Cinema Indipendente: ecco i film vincitori

Alla 26ma edizione del Sundance, il festival statunitense del film indipendente tenutosi grazie all’ iniziativa del Rebert Redford’s Sundance Institute, hanno trionfato i film “Winter’s Bone” e “Restrepo“.

Il primo racconta la storia di una ragazza alla ricerca disperata del padre, con l’obiettivo di tenere unita la sua famiglia. “Winter’s Bone”, la cui regista è l’americana Debra Granik, è stato premiato con due riconoscimenti: sia miglior film che migliore sceneggiatura nella categoria commedia drammatica, ottenendo il grand priz della giuria.

“Restrepo”, documentario sulla violenza in un reggimento di soldati americani in Afghanistan, realizzato da Sebastian Junger e Tim Hetherington, è stato premiato invece come miglior documentario. “Questo paese attraversa un momento molto difficile. Siamo al centro di due guerre. Se il nostro film può aiutare il paese a capire come uscirne, ne saremmo davvero orgogliosi”, ha dichiarato lo stesso Sebastian Junger.

Il festival, organizzato dall’istituto cinematografico di Redford, è una brillante iniziativa che ha il pregio di dare il giusto spazio anche ai film realizzati al di fuori del circuito dei grandi studios hollywoodiani.

Martina Guastella