Calcio, Premier League: Manchester United espugna l’Emirates. Ok il City di Mancini

E’ la squadra di Ferguson il vero anti-Chelsea: è questo il responso venuto dal campo dell’ Emirates Stadium, dove i Red Devils hanno sconfitto a domicilio l’Arsenal per 3 a 1. Sorride anche Roberto Mancini: il “suo” City batte 2-0 il Portsmouth e ora “vede” il quarto posto, il Tottenham è avanti solo di un punto.
Il big-match dell’ Emirates – Dopo un buon avvio dei padroni di casa, sale in cattedra lo United: è il 33° minuto, scorazzata di Nani sulla fascia destra che fa fuori due uomini e fa partire un cross forte e teso che il portiere Almunia devia incredibilmente in porta. Passano quattro minuti e arriva il raddoppio: una splendida azione tutta di prima conclusa da Wayne Rooney, che sigla il suo centesimo gol in Premier League.
Nella ripresa, la storia non cambia: il coreano Park, dopo un’altra azione di contropiede, mette a segno il 3 a 0 che spegne ogni velleità dei Gunners. A dieci minuti dalla fine, gli uomini di Wenger riescono ad accorciare le distanze con Vermaelen, ma ormai è troppo tardi, lo United riavvicina il Chelsea, portandosi ad un punto dai Blues. Per l’Arsenal, invece, il distacco dalla vetta è ora di 5 punti.
Continua la marcia d’avvicinamento al quarto posto per il Manchester City: la squadra di Mancini è ora a pari merito in classifica con il Liverpool, ed è a una lunghezza dal Tottenham, quarto, e deve anche recuperare due gare. La partita: il vantaggio dei Citizens arriva con Adebayor al 40′, il togolese, finalmente torna a sorridere, e mette in rete dopo uno scatto al limite del fuorigioco. Il raddoppio arriva in chiusura di primo tempo grazie ad un colpo di testa di Kompany. Da segnalare però, che sullo 0-0 era stato il Portsmouth ad andare vicino al gol colpendo una traversa. Nella ripresa, il City amministra e sfiora la terza rete con Tevez, l’argentino colpisce il palo all’ 80° minuto. Il Portsmouth resta fanalino di coda della Premier.

Miro Santoro