Calcio, serie A: Parma-Inter non si gioca. Rinviata al 10 febbraio

Un’ intensa nevicata ha colpito la città di Parma dalla scorsa notte fino a questa mattina, imbiancando ovviamente anche lo Stadio Tardini. Il campo non presenta problemi, in quanto ricoperto da teloni, ma gli spalti sono completamente innevati. Visti i precedenti, risalenti al 19 e 20 dicembre, quando furono rinviate ben quattro partite di campionato, si è deciso di spostare la gara a mercoledì 10 febbraio alle ore 20.45. La decisione è stata ufficializzata dopo la riunione tra il prefetto e il questore Gennaro Gallo alle 11.30, nel frattempo aveva smesso di nevicare, ed è maturata per motivi di sicurezza per gli spettatori. La cessazione delle precipitazioni nevose aveva fatto pensare in un primo momento alla possibilità di far disputare il match, ma poi ha prevalso il senso di salvaguardia per l’incolumità delle persone. Questo rinvio fa slittare il ritorno della semifinale di Coppa Italia tra Fiorentina e Inter, prevista proprio per il 10 febbraio, al 14 aprile. Ora, il Milan non avrà più una gara in meno rispetto all’Inter, i rossoneri devono ancora recuperare la partita contro la Fiorentina, e le due principali pretendenti al titolo così potranno guardare alla classifica in un modo più realistico.
In Germania, ieri pomeriggio, il Bayern Monaco ha giocato sotto un’autentica bufera di neve, c’è da aggiungere però che l’impianto del Tardini non è minimamente paragonabile a quello dell’ Allianz Arena. La domanda finale che ci poniamo però è la seguente: ha senso salvaguardare il campo se poi la partita viene rinviata per la neve sugli spalti?

M. S.