Amici: Terza puntata ( prima parte)

Ed eccoci giunti alla terza puntata del serale del talent più amato di Italia, serata ricca di esibizioni di alto livello e delle consuete immancabili polemiche.

La serata sembra partire non nel migliore dei modi, la Sanguinaria accogli i propri ascoltatori con un “Benvenuti a C’è posta ”  cadendo cosi in un clamoroso scivolone.

Comincia la sfida che vede contrapposti Matteo e Pierdavide nella p0polarissima  ” O sole mio” , regalando due belle esibizioni, per quanto diverse tra loro. Vince Matteo
La sfida prosegue con la coerografia di Garofalo… balletti pop per ballerine classiche. Borana vince anche senza tutù.
Prima polemica della serata tra la ballerina Elena e il coreografo Garofalo: lei sostiente a spada tratta che le coreografie da lui proposte siano volgari, il maestro ribatte che non può permettersi di esprimere un’opinione del genere non avendo mai lavorato. Come dare torto al Maestro.
Tocca alle punte di diamante del canto: Loredana e Emma nella struggente ” Minuetto” di Mia Martini.
L’esibizione di Emma è buona, precisa, regolare ma non esalta mentre la cantante dei blu regala al suo pubblico un’esibizione fuori da tutti gli schemi e dalle regole, dall’intensissima carica emotiva.
Loredana, tra plausi e dissensi, si dice delusa del comportamento del suo ex maestro Charlie Rapino e lo accusa d’incoerenza; a sua discolpa Rapino sostiene che l’incoerenza fa parte del suo mestiere, affermazione che viene messa istantaneamente a tacere dai discografici in sala.
Le carte decretano la vittoria di Loredana.
E’ ora la volta del classico che vede contrapposti i ballerini Grazia e Rodrigo… entrambe le performance non risultano essere di alto livello, anzi, entrambi appaiono instabili, acerbi e poco espressivi.
Le carte premiano la simpatia di Grazia che soddisfatta del risultato ottenuto dice che a sto punto puo’ anche anche andarsene a casa.
La serata prosegue con la tanto attesa prova prof voluta dall’insegnate Grazia Di Michele: si sfidano per i Blu il cantautore Enrico e per i Bianchi Stefanino.